Industria

VIDEO: MP di origine indiana in Nuova Zelanda, ha creato la storia prestando giuramento in sanscrito

Melbourne: Giovani neoeletti in Nuova Zelanda Il dottor Gaurav Sharma, uno dei parlamentari, ha prestato giuramento in sanscrito (sanscrito) in Parlamento mercoledì. Con questo, ha creato una nuova storia. È diventato il secondo leader a prestare giuramento in sanscrito al di fuori dell'India. In precedenza, il presidente del Suriname Chandrika Prasad Santokhi aveva prestato giuramento in sanscrito nel luglio di quest'anno. Dr. Sharma 33 proveniente da Hamirpur nell'Himachal Pradesh. È stato recentemente eletto membro del Parlamento da Hamilton West, Nuova Zelanda.

Giuramento in due lingue

Muktesh Pardeshi, l'Alto Commissario dell'India per la Nuova Zelanda e le Samoa, ha twittato che Sharma aveva un profondo rispetto per le tradizioni culturali dell'India e della Nuova Zelanda, prestando giuramento prima in lingua neozelandese Māori e poi ha prestato giuramento in lingua indiana sanscrita.

Leggi anche: lo slogan di Joe Biden 'America is Back', detto questo riguardo alla squadra

Si prega di dire che Sharma ha fatto MBBS ad Auckland e ha conseguito un MBA a Washington. Lavora come medico generico a Noton, Hamilton. Ha lavorato nel campo della sanità pubblica e della determinazione delle politiche in Nuova Zelanda, Spagna, USA, Nepal, Vietnam, Mongolia, Svizzera e India.

Il parlamentare Kiwi-Indian Labour Party @gmsharmanz è il secondo leader di origine indiana (al di fuori dell'India) a prestare giuramento Sanscrito.

Il primo è stato il presidente del Suriname Chandrikapersad Santokhi, che ha prestato giuramento nel luglio di quest'anno. @WIONews @sidhant pic.twitter.com/yhfzvBZFHS

– Palki Sharma (@palkisu) novembre 25, 2020

Pertanto non ha prestato giuramento in hindi …

Su Twitter, quando un utente ha chiesto a Sharma perché non avesse prestato giuramento in hindi, Sharma ha detto che non tutti possono essere felici, quindi ha ritenuto opportuno prestare giuramento in sanscrito che rispettava tutte le lingue indiane.

Ha twittato: “Ad essere onesto, ci avevo pensato, ma è sorta una domanda sul prestare giuramento nella mia prima lingua pahari o punjabi. Ovviamente è difficile accontentare tutti. Tutte le lingue sono rispettate dal sanscrito, quindi ho ritenuto opportuno prestare giuramento in questa stessa lingua.

In precedenza, Sharma aveva anche contestato in 2017 ma poi ha dovuto affrontare la sconfitta. Quest'anno ha sconfitto Tim Masindo del National Party.

Related Articles

Close