Industria

Un'altra cattiva notizia per Dragon: il Giappone sovvenzionerà le aziende che arrivano in India lasciando la Cina

Giappone

La Cina (Cina) è in inferiorità numerica per l'ostilità dell'India. Ogni giorno subisce uno shock. Dopo la Thailandia, ora arrivano cattive notizie per lui dal Giappone.

Presidente cinese Xi Jinping (file foto)

nuova Delhi: La Cina (Cina) è in inferiorità numerica per la rivalità con l'India. Ogni giorno subisce uno shock. Dopo la Thailandia, ora arrivano cattive notizie per lui dal Giappone. Il governo giapponese ha compiuto un passo importante per danneggiare finanziariamente il drago. A nome del Giappone, è stato detto che fornirà sussidi a quelle società giapponesi, che produrranno i loro beni nei paesi dell'ASEAN invece che in Cina. I nomi di India e Bangladesh sono stati inclusi in questo elenco di paesi. In poche parole, il governo giapponese ricompenserà le aziende che lasciano la Cina e vengono in India.

Il Ministero dell'Economia, del Commercio e dell'Industria del Giappone fornirà sussidi ai produttori giapponesi che spostare la loro produzione dalla Cina ai paesi dell'ASEAN. Aggiungerà India e Bangladesh all'elenco delle destinazioni di trasferimento: media giapponesi

– ANI (@ANI) 4 settembre 2020

Anche la Thailandia ha dato il colpo

La Thailandia ha dato un grande shock a Pechino in precedenza. Il governo thailandese ha prima sospeso l'accordo sui sottomarini e poi ha chiesto l'annullamento del progetto del Canale Kra, che la Cina stava osservando da molto tempo. In considerazione della recente disputa con l'India, si sta creando un'atmosfera contro la Cina in tutto il mondo. Nuova Delhi ha bandito più app di quella di Dragon 100 durante gli scioperi digitali, mentre anche altri paesi si schierano contro Pechino Sono arrivati Anche il nome del Giappone è stato aggiunto a questo episodio.

India e Bangladesh inclusi nell'elenco

Secondo le informazioni, il governo del Giappone ha stanziato una grande somma nel bilancio supplementare, il cui beneficio sarà dato a quelle società che trasferiranno la loro azienda fuori dalla Cina in India e nella regione dell'ASEAN. Secondo l'agenzia di stampa ANI, il Ministero dell'Economia, del Commercio e dell'Industria giapponese ha affermato che i benefici dei sussidi saranno forniti ai produttori giapponesi che producono i loro beni nei paesi dell'ASEAN invece che in Cina. India e Bangladesh sono stati inclusi nell'elenco di questa destinazione di trasferimento.

C'è una disputa tra i due paesi

È noto che c'è una disputa tra il Giappone e la Cina sulle isole Senkaku. La Cina ha affermato la sua rivendicazione sulle aree controllate dai giapponesi. Nonostante ciò, la catena di approvvigionamento delle aziende giapponesi è fortemente dipendente dalla Cina. Tuttavia, è stato tagliato durante l'epidemia di Corona e ora il Giappone vuole che le sue aziende si rivolgano all'India e ai paesi dell'ASEAN invece che alla Cina.

TV DAL VIVO:

Related Articles

Close