Industria

TikTok raggiunge il tribunale contro l'ordine del presidente Trump, dice che non è rimasta alcuna opzione

New York: L'app per brevi video TickTock ha lanciato la propria negli Stati Uniti La decisione del governo del presidente Donald Trump di imporre un divieto è stata impugnata lunedì in tribunale. Lo ha esortato a fermare la cosiddetta azione non autorizzata contro il presidente Trump in un caso presentato contro il ministro del Commercio Wilbur Ross e il Dipartimento del Commercio in un tribunale della California. La società ha intentato questa causa il 6 agosto, con l'ordine di vietarla.

Ticketcock ha anche dovuto affrontare un divieto in India. Il suo proprietario è la ByteDance Company of China. Ticktock ha detto lunedì che non era una minaccia per la sicurezza nazionale americana. Il governo Trump ha emesso un ordine che lo bandisce senza alcuna prova o seguendo l'intero processo.

La società nella sua petizione ha chiesto protezione al tribunale dal “divieto impenetrabile” del governo.

Trump Administration Order

Il presidente Trump ha emesso due ordini esecutivi riguardanti TicTalk ad agosto sulla base di minacce alla sicurezza nazionale. In questo, un ordine proibisce qualsiasi tipo di “transazione” con ByteDance, che avrà effetto entro 45 giorno. Il secondo è un ordine di ByteDance di vendere asset che supportano TickTock negli Stati Uniti.

TV DAL VIVO

Ticketcock ha più di 10 crore di utenti negli Stati Uniti. Nell'ultimo anno, l'azienda sta cercando di creare una distanza tra la società proprietaria cinese e l'app. La società ha nominato Disney un ex alto dirigente come CEO delle sue operazioni negli Stati Uniti. Sta anche discutendo con Microsoft sulla vendita di quote nella sua app operativa in lingua inglese.

Negli Stati Uniti, i parlamentari di entrambi i partiti repubblicano e democratico hanno espresso preoccupazione per Ticktock.

Ticktock afferma di non aver condiviso alcuna informazione sugli utenti americani con il governo cinese né lo farà. Il governo degli Stati Uniti non ha fornito alcuna prova per questo. Invece, sta avanzando false accuse secondo cui il governo cinese ha il diritto di chiedere dati in nome della cooperazione alle aziende cinesi.

La società ha dichiarato di aver archiviato i dati rilevanti a Singapore e in America e non in Cina per la protezione degli utenti americani.

La società ha affermato che non è stato dato alcun preavviso né è stata data l'opportunità di presentare la sua spiegazione in merito all'ordine del 6 agosto che vieta l'emissione di biglietti di Trump. Questa è una violazione di una procedura fissa relativa agli affari aziendali.

(Input: Agency AP)

Related Articles

Close