Industria

Singapore ha sventato la cospirazione per attaccare gli indù, arrestato il Bangladesh

Singapore

Prendendo lezioni dall'attacco alla Francia, Singapore ha lanciato una massiccia campagna investigativa. A causa di ciò, è riuscito a catturare un cittadino del Bangladesh, che stava progettando un attacco contro gli indù. Gli imputati prevedevano anche di combattere in Kashmir in nome della protezione dell'Islam.

Singapore: Singapore ha arrestato un cittadino del Bangladesh che complotta per uccidere gli indù. In una dichiarazione rilasciata dal ministero degli Affari interni, è stato detto che l'accusato Ahmed Faizal stava complottando per attaccare gli indù nel Paese. Oltre a questo, voleva anche essere coinvolto in attività terroristiche in Kashmir.

37 Indagini su persone

Secondo il Ministero degli Interni di Singapore, le persone sospette sono state indagate in base alle misure di sicurezza 37 dopo l'attacco in Francia. , Dopo di che una persona è stata arrestata. Il cittadino del Bangladesh è stato identificato come 26 Ahmed Faizal ed è stato arrestato ai sensi della legge sulla sicurezza interna.

VIDEO

Kanpur: Kalava, legato per 'Love Jihad' 11 Rendi la vita delle ragazze come un inferno

Coltello acquistato

A nome di Singapore, è stato detto che tra i sospettati 23 che sono stati indagati

sono cittadini di Singapore e 23 stranieri. Sette dei quali non hanno ancora ricevuto un punteggio netto. Si dice che la maggior parte degli stranieri sia del Bangladesh. Secondo il ministero dell'Interno, Faizal ha detto nell'inchiesta di aver acquistato un coltello, con il quale voleva prendere di mira gli indù che vivono in Bangladesh. Ha anche detto che vuole combattere contro i presunti nemici dell'Islam in Kashmir.

2017 vive a Singapore

Il ministero ha affermato che durante le indagini preliminari è stato accertato che Faisal è un fondamentalista e intende diffondere la violenza in nome della religione. Faisal 2017 lavora come operaio edile a Singapore. Lui 2018 è entrato in contatto con l'organizzazione terroristica ISIS ed è stato attratto dall'obiettivo dell'ISIS di stabilire il regime del Califfato islamico in Siria. L'imputato vuole andare lì per combattere contro il governo siriano insieme all'Isis. Dice che se fosse morto combattendo, sarebbe stato martirizzato.

La dichiarazione afferma che Faizal ha creato molti account di social media con nomi falsi e li usa per promuovere la violenza.

Related Articles

Close