Industria

Questo bambino “miracoloso” è diventato il simbolo della nuova alba in Libano, è nato tra gli scoppi di bombe

Beirut: Libano il 4 agosto ( La capitale del Libano ) Beirut ( Beirut ) è rimasta scioccata dalla più grande esplosione della storia. Più di 170 sono rimasti uccisi in questo incidente, mentre più di 6000 sono rimasti feriti. L'esplosione è stata così spaventosa che ha devastato metà del Libano. Il governo libanese, circondato per protesta dopo l'esplosione, ha dovuto dimettersi. Ma in mezzo a questa devastazione, è nata una nuova speranza, un nuovo raggio. Nel momento in cui è avvenuta l'esplosione, un bambino stava nascendo in un vicino ospedale. Quella era l'ora in cui il tetto e le pareti dell'ospedale stavano crollando. George è nato nello stesso periodo in cui l'ospedale è stato devastato.

La storia della nascita di George è sia spaventosa che sollevata. Edmund e Immanuel Latif hanno ribollito ricordando la storia della nascita del loro figlio George. La sera del 4 agosto, è stata l'ora della nascita di George al St. George's Hospital. Immanuel è stato portato in sala parto. Anche il marito Edmund ha raggiunto la sala parto. Voleva registrare la prima foto di suo figlio con la fotocamera, ma non appena ha acceso la fotocamera – la più grande esplosione nella storia del Libano.

Leggi anche: – Caso Sushant: Sharad Pawar ha detto – Trust in Mumbai Police, non contrario alle indagini CBI

Poi il vetro all'interno dell'ospedale si è rotto ed è caduto sul letto della moglie incinta. La madre di George, Immanuel Latif, ha detto che “ho visto la morte con i miei occhi”. Ho iniziato a sentire come se tutto fosse finito? Guardavo costantemente il tetto e mi chiedevo quando il soffitto sarebbe caduto su di noi. Non sapevo cosa fare, ho detto che George deve venire, deve venire in questo mondo e io devo essere molto forte, non devo crollare. “

Temendo la possibilità che ci possano essere delle esplosioni, il personale medico dell'ospedale è arrivato nel corridoio con Emmanuel che puliva il sangue e vetri rotti. Emmanuele stava tremando. Stava per svenire, ma nella sua mente disse che dovevo essere forte. Mio figlio deve venire in questo mondo. La dottoressa Stephanie Yakub, che ha partorito George, è andata ad aiutare un'infermiera ferita, ma era tardi. L'infermiera era morta. Lasciando lì l'infermiera morta, il dottor Yakub tornò immediatamente da Immanuel, ma la sera stava scendendo. Si stava facendo buio. L'elettricità è andata persa a causa dell'esplosione. È stata un'emergenza. Il tempo è stato breve. George è nato alla luce del cellulare del personale dell'ospedale.

Leggi anche: il leader del PCN Majid Memon ha twittato sulla 'fama' di Sushant Singh Rajput, ora il partito ha chiarito

Al momento della nascita di George, la madre di Edmund, il padre di George, che era presente in ospedale, è stata gravemente ferita dall'esplosione. George a volte andava da sua madre e talvolta da sua moglie. Non appena George è stato partorito, la madre e il bambino sono stati portati fuori dall'ospedale senza fare il bagno. È stato chiesto un passaggio dall'auto di uno sconosciuto. In breve tempo la madre e il bambino furono portati in un altro ospedale al sicuro fuori Beirut. Ma in mezzo a tutto questo la madre ferita di Edmund, cioè la nonna di George, morì.

Il padre di George, Edmund Kahniser, ha detto che “Abbiamo trascorso i 4 giorni dopo l'esplosione ridendo e piangendo. Pensavamo di essere pazzi, abbiamo riso e pianto ma, allo stesso tempo, eravamo in giro Le persone erano ferite. Temevamo per le persone intorno a noi ma eravamo felici allo stesso tempo. George è molto speciale per Edmund e Immanuel. George è una luce nell'oscurità. Per entrambi, la nascita di George è a dir poco un miracolo.

TV DAL VIVO

Related Articles

Close