Industria

Qual è l'agenda di Amnesty International e di altre organizzazioni straniere contro l'India?

New Delhi: Devi averlo visto nel nostro paese Ogni volta che c'è un grosso problema, alcune persone iniziano a opporsi. Puoi anche chiamarli manifestanti professionisti. Cioè, queste sono le persone che hanno fatto della performance la loro professione. Amnesty International è il nome di un'organizzazione internazionale che si oppone in modo professionale al governo indiano. Le attività di Amnesty International in India sono sospette e quando sono iniziate le indagini di questa istituzione, invece di rispondere alle domande, Boria è scappata dall'India legando il letto.

Amnesty riceve migliaia di rupie dall'estero ogni anno

Quando le attività di Amnesty International sono state indagate in India, è emerso che non aveva avuto il permesso necessario per lavorare in India. Cioè, questa istituzione ha lavorato illegalmente in India per così tanti anni. Ogni anno Amnesty riceve migliaia di rupie dall'estero. Per questo, è necessario registrarsi ai sensi della FCRA, ovvero Foreign Contribution Regulation Act. Ma questo non è stato registrato da Amnesty e il governo indiano ha sequestrato tutti i conti bancari di Amnesty su questa base. L'inchiesta ha anche rivelato che Amnesty è attiva in India con quattro nomi diversi.

Dopo l'apertura del sondaggio, Amnesty ha detto oggi che interromperà il suo lavoro in India. Perché il governo indiano ha intrapreso un'azione di vendetta contro di lui. Amnesty e i suoi benefattori affermano che la democrazia in India è in pericolo. La domanda che deve sorgere nella tua mente è: cosa ha fatto questa organizzazione straniera che dopo la sua chiusura, la democrazia indiana sarà in pericolo?

Amnesty abbastanza attiva anche con Urban Naxals

Amnesty International è una ONG britannica, il che significa che è un'organizzazione non governativa. È stata fondata nell'anno 1961. Amnesty si descrive come un'organizzazione che opera nel campo dei diritti umani. Pochi anni dopo la sua fondazione, ha aperto anche la sua sede in India. Durante questo periodo, Amnesty non ha protetto i diritti umani delle persone in India, ma ha lavorato duramente per diffamare l'India. Cioè, nell'anno 1947 gli inglesi lasciarono l'India, ma queste istituzioni britanniche erano impegnate a rendere schiavo ideologicamente il popolo indiano. Oppure possiamo anche dire che come missionari cristiani parla di venire in India per aprire ospedali e scuole, ma in realtà era abituato a fare il lavoro di conversione. Quindi dovresti conoscere la genuinità dell'amnistia.

– Questa organizzazione ha condotto una campagna contro l'India in tutto il mondo sulla questione del Jammu e Kashmir.

– 26 / 11 Ajmal Kasab, condannato per aggressione, Afzal Guru, condannato per attacco parlamentare e 1993 Amnesty International ha anche condotto campagne in tutto il mondo a sostegno del detenuto per l'esplosione di Mumbai Yakub Memon.

– Amnesty è stata molto attiva anche con i nassali urbani. Questa istituzione ha anche rilasciato molte dichiarazioni sulla violenza di Bhima Koregaon. Amnesty ha lavorato esclusivamente per offuscare l'immagine dell'India all'estero.

Amnesty ha svolto un ruolo molto sospetto dopo i disordini

Amnesty ha svolto un ruolo molto sospetto dopo le rivolte a Delhi nel febbraio di quest'anno. Questa istituzione aveva pubblicato un rapporto sulle rivolte di Delhi, che è stato rilasciato in tutti i paesi del mondo. In questo rapporto si diceva che la polizia di Delhi aveva commesso violenze con coloro che stavano compiendo manifestazioni pacifiche. In questo rapporto, ai rivoltosi è stata data una risposta chiara e si è tentato di dimostrare che queste rivolte erano anti-musulmane, cioè che i musulmani venivano presi di mira scegliendoli. L'immagine dell'India ha sofferto molto a causa di questa menzogna e il Pakistan ha utilizzato questo rapporto nella propaganda contro l'India nei forum internazionali.

Amnesty non ha nemmeno il diritto di commentare la democrazia e la società indiana

Amnesty International ei suoi sostenitori affermano che il governo indiano sta intraprendendo un'azione di vendetta. Ma oggi il Ministero degli affari interni del governo indiano ha affermato che essere un'istituzione per i diritti umani non significa che le leggi del paese siano violate.

La verità è che Amnesty ha prelevato fondi dall'estero solo una volta all'anno 2000 ai sensi del Foreign Contribution Regulation Act, ovvero FCRA Il permesso è stato preso.

– Successivamente, le domande di Amnesty sono state respinte 3 volte. Perché non soddisfaceva le condizioni necessarie.

– Nonostante non abbia ottenuto il permesso, Amnesty è riuscita a ottenere finanziamenti attraverso le rotte di jugaad.

– Ad Amnesty non è vietato svolgere attività legate ai diritti umani in India, ma deve seguire le leggi dell'India. Amnesty non ha nemmeno il diritto di commentare la democrazia e la società dell'India.

Caso anche di abuso di finanziamenti esteri

La lotta dell'India non è solo contro Amnesty International. Questo caso riguarda anche l'abuso di fondi esteri. In nome del servizio sociale, migliaia di rupie provengono dall'estero ogni anno in India. Nessuno sa dove vengono utilizzati questi soldi, perché le ONG, spesso ONG, non danno nemmeno conto del loro lavoro.

Attualmente ci sono circa 31 lakh registrate ONG in India. 2015 Queste informazioni sono state fornite dalla CBI alla Corte Suprema. Sorge questa domanda: qual è la necessità di così tante ONG in un paese come l'India.

– Ciò significa che il numero di ONG è più del doppio del numero totale di scuole.

– Questo numero è 250 volte più del totale degli ospedali governativi nel paese.

– Esiste una media delle ONG sulla popolazione di ogni 400 in India.

– mentre 700 è solo un poliziotto su una popolazione di persone.

– Solo la 10 percentuale di ONG segue le normative governative.

– Anche il 90 per cento delle ONG non presenta il proprio bilancio al governo.

Questo mese, il Parlamento ha apportato modifiche al Foreign Contribution Regulation Act, ovvero FCRA. Da allora, c'è stato un putiferio nelle ONG che ricevevano sospetti finanziamenti esteri. Il ruolo della società civile è importante in qualsiasi democrazia. Ma le attività anti-paese non possono essere consentite sotto le sue spoglie.

Molti paesi del mondo sono disturbati da questo gioco di ONG

Non solo l'India, molti paesi del mondo sono sconvolti da questo gioco di ONG. 40 Paesi tra cui Russia, Israele, Ungheria ed Egitto hanno anche emanato leggi severe contro di esso. Anche in America, c'è un forte divieto di interferenza di qualsiasi istituzione straniera nella politica interna. Ora anche il governo indiano sta attuando la stessa politica. Quindi oggi se qualcuno dice che la democrazia è stata minacciata in India a causa della chiusura dei finanziamenti delle ONG, allora sta mentendo.

Sono state intraprese azioni contro le ONG anche durante il governo dell'UPA.

– 2009 sulle spese di finanziamento per manovre 1993 ONG è stata inserita nella lista nera.

– La campagna è stata lanciata contro la sospetta ONG anche durante l'UPA 2 a 2012 dopo l'opposizione al progetto nucleare Kudan-Kulam nel Tamil Nadu .

– A quel tempo 40 è stata cancellata la registrazione di oltre mille istituzioni sociali.

La vera agenda di queste istituzioni

Amnesty International o qualsiasi altra istituzione straniera, la domanda più grande è che chi ha dato loro il diritto di diffondere conoscenze su questioni come i diritti umani e l'ambiente nel nostro paese? Questa è una sorta di colonialismo ideologico perché queste istituzioni straniere spesso iniziano a influenzare i nostri governi e le loro politiche. Anche se non sappiamo qual è la vera agenda di queste istituzioni e chi sono le persone che le finanziano. Non è un caso che queste organizzazioni straniere, che operano in nome della riduzione della povertà e della pulizia dell'ambiente, stiano per lo più portando avanti l'agenda anti-indiana. Queste istituzioni parlano di trasparenza nel funzionamento dei governi, ma non c'è trasparenza nel loro stesso lavoro. Che si tratti di finanziamento o del loro scopo.

Guarda anche –

Related Articles

Close