Industria

Protesta contro Trump nella politica migratoria in Messico, effigie bruciata

Donald Trump

Decine di lavoratori migranti hanno marciato da Tijuana verso la spiaggia. Durante questo periodo, hanno detto i manifestanti, non accettano affatto la politica di confine del presidente Trump.

Messico: In Messico (Maxico) c'è stata una protesta contro il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Durante questo periodo, i manifestanti hanno bruciato l'effigie del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. I manifestanti, esprimendo indignazione contro la politica migratoria del presidente Donald Trump, hanno chiesto agli americani di votare contro questa politica nelle elezioni presidenziali.

Appello per votare contro Trump

Decine di lavoratori migranti hanno marciato da Tijuana alla spiaggia. Durante questo periodo, hanno detto i manifestanti, la politica di confine del presidente Trump non è affatto accettabile. Dopo questo, l'effigie del trionfo è esplosa. Hugo Castro, di origine messicana americana, ha detto: “Chiediamo alle persone di votare contro Trump e a favore di un'aspettativa”. Biden ci ha promesso di migliorare la politica di migrazione. “

Leggi anche: I cartoni animati possono ferire le persone, ma la violenza non è giustificata: Emanuel Macron

C'è una dura lotta tra Donald Trump e il rivale democratico Biden su questo tema. Trump è nella mischia con la promessa di fermare l'immigrazione illegale dal Messico. Trump sostiene che attraverso la migrazione illegale, stupratori e assassini cercano rifugio in America.

Trump mantiene la sua posizione

Queste intenzioni di Trump avranno un impatto diretto sul Messico. Trump non ha sentito il presidente messicano Andres Manuel López Obredor al muro di confine tra i due paesi. Recentemente, un messicano è stato ucciso da una forza americana mentre tentava di attraversare il confine Tijuana-San Diego. Da allora c'è stata indignazione tra gli immigrati in Messico.

TV DAL VIVO

Related Articles

Close