Industria

Protesta contro l'occupazione cinese sul territorio del Nepal, slogan “Torna alla Cina” a Kathmandu

Nepal

Sono iniziate le proteste davanti all'ambasciata cinese a Kathmandu. I manifestanti hanno sollevato gli slogan “Torna in Cina” e “Torna in Cina” con striscioni.

KP Sharma Oli e Xi Jinping (file di foto)

nuova Delhi: La Cina sta costruendo 9 edifici nell'area di Humla in Nepal, a causa dei quali è iniziata una feroce opposizione in Nepal. I manifestanti hanno sollevato gli slogan “Torna in Cina” e “Torna in Cina” con striscioni. I manifesti dei manifestanti avevano immagini di costruzioni cinesi in corso in Nepal.

Il Nepal rivendica costruzioni illegali da parte della Cina

Secondo i resoconti dei media nepalesi, la Cina ha costruito 11 edifici nel distretto di Humla, che non ha un pilastro di confine. In uno di questi edifici stanno i soldati cinesi, il resto degli edifici è vuoto. Il presidente del municipio rurale di Namkha ha detto al Kathmandu Post: “La parte cinese ha affermato che le aree in cui sono costruite le case rientrano nella zona dello zucchero”.

Il Nepal emetterà un rapporto

Il ministero dell'Interno del Nepal potrebbe presto pubblicare un rapporto al riguardo. Una squadra del Ministero degli Affari Interni preparerà questo rapporto dopo aver visitato quest'area. La reazione è arrivata dall'ambasciata cinese in Nepal su questo argomento. Un portavoce dell'ambasciata cinese a Kathmandu ha detto: “Cina e Nepal sono vicini amichevoli”. La Cina ha sempre rispettato la sovranità e l'integrità territoriale del Nepal. “

Ha inoltre affermato che gli edifici menzionati dai media si trovano in territorio cinese e questo è stato verificato. Il Nepal dovrebbe verificare ancora una volta per suo conto. In questo caso, il portavoce dell'ambasciata cinese ha inoltre affermato che non vi è alcuna controversia sul confine tra Cina e Nepal. Entrambe le parti sono sempre in contatto su questioni legate al confine.

TV DAL VIVO:

Related Articles

Close