Industria

Pressioni sulla Cina per ridurre il debito ai paesi poveri colpiti dall'epidemia di Corona: rapporto

Corona virus

Sulla scia dell'epidemia del Coronavirus, sono state esercitate pressioni sulla Cina affinché rinunci alla rata del debito dei paesi poveri nell'ambito dell'accordo tra le principali economie per porre fine al debito dei paesi colpiti.

Pechino : Sulla scia dell'epidemia di coronavirus, le pressioni sulla Cina per perdonare le rate dei Paesi poveri ormai in virtù dell'accordo raggiunto dalle maggiori economie per porre fine al debito dei Paesi da essa colpiti. Ha iniziato a crescere. Un giornale locale ha pubblicato una notizia in tal senso.

Secondo il quotidiano South China Morning Post di Hong Kong, il presidente della Banca Mondiale David Malpas ha chiesto alla Cina di perdonare rate dei prestiti di questi paesi poveri. Ha affermato che, nonostante le banche statali cinesi abbiano capitale, stanno prendendo l'iniziativa per dare sollievo in rate di debito di “G” 20. DSSI) “non partecipa pienamente.

Malpas, parlando a un evento online organizzato dalla Frankfurt School of Finance and Management, ha affermato: “Un ulteriore fattore è che l'attuale ondata di debito ha portato a nuove banche governative, in particolare molte delle banche cinesi ben capitalizzate”. Il numero è aumentato rapidamente. “

Malpas ha detto: “Hanno notevolmente ampliato il loro portafoglio ma non stanno partecipando pienamente ai processi di ristrutturazione del debito”. G 20 Ministri delle finanze dei paesi Fondo monetario internazionale (FMI) e Banca mondiale 15 Vista la situazione prevalente nell'incontro estivo online tenutosi in aprile 77 si è convenuto di rinunciare per qualche tempo alle rate dei prestiti dei paesi poveri. era.

da rimborsare in base a DSSI dal 1 maggio alla fine del 2020

Il tempo per il rimborso delle rate da un miliardo di dollari è differito. Secondo un articolo del Meiuya CGTN ufficiale cinese, i paesi con un reddito più elevato 100 sono ancora

verrà pagato come 130 miliardi a rate.

La Cina è il più grande prestatore bilaterale poiché distribuisce il debito per centinaia di progetti nell'ambito della sua ambiziosa Belt and Road Initiative (BRI).

Related Articles

Close