Industria

Pakistan: scudo dei vicini indù, salvato dai rivoltosi

Pakistan

Le atrocità sugli indù continuano in Pakistan. I rivoltosi ancora una volta hanno preso di mira il tempio indù nella provincia del Sindh, ma la cosa buona è che i rivoltosi non hanno potuto danneggiare le famiglie indù a causa dei musulmani che vivono nel quartiere.

I templi indù sono stati presi di mira in precedenza in Pakistan (File foto)

Karachi: In Pakistan, un tempio indù è stato nuovamente preso di mira dai fondamentalisti. L'incidente è avvenuto domenica nel campus di Sheetal Das della provincia del Sindh. Nel frattempo, anche le famiglie indù hanno tentato di attaccare, ma a causa dell'opposizione dei musulmani locali, non sono riuscite a portare a termine i loro piani.

Secondo i media locali, la polizia è arrivata sul posto non appena ricevuta l'informazione, ma i rivoltosi sono fuggiti grazie agli sforzi dei musulmani che fino ad allora vivevano nella zona. Quasi 300 famiglia indù e 30 nel campus di Sheetal Das. ) Le famiglie musulmane vivono.

Elezioni americane: Donald Trump non ha potuto fermarsi dopo questo tweet di Biden

Non è consentito entrare

Una persona che vive nella zona ha detto ai media che un gran numero di persone si era radunato fuori dalle porte del campus. Ha vandalizzato il tempio qui, dopo di che voleva entrare e prendere di mira le famiglie indù, ma i musulmani che vivevano nelle vicinanze hanno immediatamente raggiunto il cancello e hanno impedito alla folla di entrare.

… allora non sarebbe successo

Tre idoli del tempio sono stati danneggiati nell'attacco dei rivoltosi. Allo stesso tempo, la polizia ha confermato l'incidente e ha detto che si sta tentando di rintracciare l'imputato. Un alto funzionario di polizia ha detto che se le famiglie musulmane non avessero immediatamente chiesto aiuto, sarebbe potuto accadere. Allo stesso tempo, secondo le informazioni, dopo questo incidente più di famiglie indù hanno lasciato il campus Sheetal Das e si sono trasferite a vivere in altre zone della città.

Terzo attacco

Nel Pakistan a maggioranza musulmana 220, circa il due per cento del milione di abitanti sono indù e la maggior parte di loro vive nella provincia del Sindh. Questo è il terzo attacco a un tempio indù nel Sindh. Prima di questo, i templi indù sono stati presi di mira due volte. Questi attacchi espongono le pretese di sicurezza delle minoranze del governo pakistano e dimostrano che la minaccia per gli indù è in continuo aumento durante il mandato del governo Imran.

Related Articles

Close