Industria

Ora la crisi della Cina è aumentata con la peste suina africana, questi difficili passi dovevano essere presi

Pechino: in un cinghiale nel Brandeburgo la scorsa settimana La Cina (Cina) ha annunciato un divieto all'importazione di carne suina e prodotti suini dalla Germania dopo che è emerso il primo caso di peste suina africana (ASF).

Questo divieto è stato annunciato sabato dall'Agenzia delle dogane cinese e dal suo ministero dell'Agricoltura.

Leggi anche: Buone notizie: medicina Corona prodotta in India? Test del vaccino su animali riuscito

Questa mossa per importare importazioni dal terzo più grande fornitore di carne di maiale in Cina è venuta alla luce quando questo paese asiatico è già alle prese con una carenza di carne senza precedenti a causa dell'epidemia del Corona virus.

Tuttavia, gli agricoltori tedeschi hanno esortato la Cina a non imporre un divieto a livello nazionale sulle importazioni di carne di maiale.

La Corea del Sud è il più grande acquirente di carne suina tedesca al di fuori dell'Unione Europea dopo la Cina. Anche lui ha immediatamente vietato l'importazione di carne suina tedesca non appena giovedì è venuto alla luce un caso di PSA in un cinghiale morto.

Si prega di dire che la Germania è il più grande paese produttore di carne suina in Europa. L'anno scorso ha venduto 1,2 miliardi di dollari di carne suina tedesca alla Cina.

D'altra parte, il governo tedesco sta solo spingendo per vietare l'importazione di carne suina da quelle aree che sono state colpite dalla PSA e non l'intera carne suina tedesca.

Sappiamo che negli ultimi mesi molti casi sono stati confermati nei cinghiali della Polonia occidentale, mentre solo un caso è a circa 10 km dal confine tedesco. È emerso. Oltre a questo, quasi 10 casi di peste suina africana sono stati confermati anche in altri paesi europei.

Significativamente, l'ASF è fatale non per l'uomo ma per i maiali e la sua diffusione è un duro colpo per la Cina.

Related Articles

Close