Industria

L'interferenza dell'ambasciatore cinese in Nepal non funzionerà più! Preparazione per l'attuazione della nuova legge

Nepal

L'interferenza della Cina nella politica del Nepal non è nascosta a nessuno. L'ambasciatore cinese Hou Yangqi (Hou Yanqi) è molto attivo in Nepal e continua a incontrare leader imperturbabili. Si ritiene che abbia svolto un ruolo importante nella disputa sul confine di Kathmandu con l'India.

Primo ministro del Nepal con l'ambasciatore cinese (File foto)

Kathmandu: L'interferenza della Cina nella politica del Nepal non è nascosta a nessuno. L'ambasciatore cinese Hou Yangqi (Hou Yanqi) è molto attivo in Nepal e continua a incontrare leader imperturbabili. Si ritiene che abbia svolto un ruolo importante nella disputa sul confine di Kathmandu con l'India. Tuttavia, potrebbe non essere facile per lui interferire nella politica del Nepal ora.

In vista della protesta contro la crescente ingerenza di Pechino in Nepal, il governo ha deciso di cambiare le regole per i diplomatici stranieri. Secondo il quotidiano nepalese “Kathmandu Post”, il ministero degli Affari esteri cambierà il codice di condotta diplomatico. In base alla nuova legge, nessun diplomatico straniero potrà incontrare direttamente alcun leader. Per questo, come per altri paesi, è necessario seguire una procedura fissa.

Tra le critiche per il suo fallimento nel monitorare i frequenti incontri tra la leadership politica e Diplomatici esteri, il Ministero degli Affari Esteri è ancora al lavoro per rivedere e riattivare il proprio codice di condotta diplomatico. https://t.co/wIMwhjUxeL – di @anilkathmandu

– The Kathmandu Post (@kathmandupost) agosto 27, 2020

Sono state sollevate domande in occasione di ripetute visite

Il rapporto del giornale afferma che durante la crisi politica sono state sollevate domande sui frequenti incontri di diplomatici stranieri con i leader del Partito comunista del Nepal (NCP) al governo. In considerazione di ciò, il Ministero degli affari esteri ha deciso di modificare il Codice di condotta diplomatico. È noto che l'ambasciatore cinese Hou Yangki si era unito per salvare la presidenza del primo ministro nepalese KP Sharma Oli. Ha cercato ogni possibilità che non facesse perdere la sedia a Oli e ha avuto successo nella sua missione. Yangki ha incontrato direttamente il presidente Bidya Devi Bhandari.

2015 Dust off

L'ambasciatore cinese ha una grossa mano in questo se Oli rimane al potere nonostante la forte opposizione nel suo stesso partito a causa della sua posizione anti-indiana. Secondo la relazione, la proposta di modificare il codice di condotta era già pronta, ma la questione non poteva procedere. Da allora, la proposta ha preso polvere nell'ufficio del Primo Ministro e nel Ministero degli affari esteri. Ora che c'è stato un putiferio sull'interferenza cinese, l'esercizio per implementarla è iniziato.

Verrà nel regno

Il Ministero degli Affari Esteri ha inviato i suoi sette funzionari di sezione in sette province per attuare la nuova condotta. Né sarà responsabilità degli ufficiali di sezione assicurarsi che nessun diplomatico straniero sia in grado di incontrare alcun ministro o primo ministro dello stato infrangendo il protocollo. Tutti i partiti politici, i leader rientreranno nell'ambito di competenza di questa regola, le istituzioni costituzionali e funzionari governativi selezionati. Il ministro degli Esteri Pradeep Gyawali ha affermato che sono in corso modifiche al codice di condotta per fissare la responsabilità.

Related Articles

Close