Industria

Lascia l'azione, il governo pakistano sta dando il trattamento VVIP a 21 terroristi

Pakistan

In nome della lotta al terrorismo, il Pakistan spolvera gli occhi del mondo da anni e questo è stato dimostrato ancora una volta.

Il primo ministro pakistano Imran Khan (File foto)

Islamabad: In nome della lotta al terrorismo, il Pakistan ha spolverato gli occhi del mondo per anni e questo è stato dimostrato ancora una volta. Il governo di Imran Khan sta fornendo protezione VVIP ad almeno 21 pericolosi terroristi invece di agire. Vale la pena notare che questi includono quei terroristi che sono stati banditi il ​​mese scorso.

Da un lato, il governo sta impiccando la spada del Financial Action Task Force (FATF) sul Pakistan. Imran Khan ha ripetutamente esortato il mondo a non inserire nella lista nera il suo paese e d'altra parte sta fornendo un trattamento VVIP ai terroristi.

Leggi anche: Ancora una volta nella storia della vendita di TikTok, ByteDance ha fatto questa dichiarazione

Gentilezza con questi terroristi

L'agenzia di stampa ANI ha citato fonti che affermano che la sicurezza VVIP è stata fornita alla malavita pakistana don Dawood Ibrahim, il capo internazionale di Babbar Khalsa Wadhwa Singh, Riyaz Bhatkal dei mujaheddin indiani, Mirza Shadab Baig e Atif Hassan Siddibpa Sta facendo Tra questi, ci sono molti terroristi più ricercati dell'India.

Azione di aspetto

Questa rivelazione prima della riunione cruciale del GAFI può aumentare i problemi del Pakistan. Il governo di Imran sta dimostrando da tempo di aver preso provvedimenti per rimanere fuori dalla lista grigia del GAFI. Sulla base della nuova lista recentemente rilasciata dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (UNSC) 88, la stessa mossa del Pakistan per imporre ulteriori restrizioni ai terroristi. È parte di. Questa lista includeva anche Dawood Ibrahim con Hafiz Saeed, Mohammad Masood Azhar e Zakiur Rehman Lakhvi.

Informazioni dettagliate non fornite

Il Pakistan afferma di essere impegnato nella lotta al terrorismo e sono state intraprese azioni contro le organizzazioni terroristiche per suo conto. Tuttavia, non ha fornito informazioni dettagliate su quali misure sono state intraprese. Significativamente, il Pakistan 2018 è stato inserito nella lista grigia del FATF. Sempre entro giugno 2020 gli è stato chiesto di agire secondo le direttive FATF, ma a causa della crisi Corona il termine è stato prorogato a settembre.

TV DAL VIVO

Related Articles

Close