Industria

La tensione aumenterà nel mondo tra la crisi della Corona, USA-Iran e Russia faccia a faccia

Washington: Epidemia di Coronavirus negli Stati Uniti , C'è la possibilità di aumentare la tensione in Russia e Iran. Gli Stati Uniti hanno presentato una lettera alle Nazioni Unite per reimporre tutte le sanzioni contro l'Iran. Il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha detto alle Nazioni Unite che l'Iran ha violato i termini dell'accordo nucleare in 2015.

Giovedì gli Stati Uniti hanno consegnato una lettera al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite 15, accusando Teheran di non conformità. La lettera diceva che l'Iran ha violato i termini dell'accordo, quindi tutte le sanzioni sospese dovrebbero essere nuovamente emanate. Tuttavia, è diverso che grandi potenze come la Russia siano contrarie a questa mossa dell'America. La Russia afferma che le sanzioni non dovrebbero essere ripristinate.

LEGGI ANCHE: La richiesta dell'India: i terroristi del Pakistan siano isolati

Allo stesso tempo, l'Iran ha respinto le accuse degli Stati Uniti, dicendo che Washington non ha il diritto di vietare di nuovo. L'Iran ha anche chiesto ai membri del Consiglio di sicurezza di respingere la risoluzione degli Stati Uniti.

Significativamente, le sanzioni contro l'Iran 2015 si sono ammorbidite dopo l'accordo nucleare, ma il presidente Donald Trump ha separato gli Stati Uniti da questo accordo due anni fa. aver fatto. La scorsa settimana, il tentativo americano di imporre un divieto indefinito ai fallimenti iraniani delle armi. Ora l'America vuole servire i suoi interessi con mezzi diplomatici.

In una lettera all'ONU, Mike Pompeo ha affermato che l'Iran ha violato diversi termini dell'accordo. Ha detto che l'Iran ha raccolto più del 3. 67% delle riserve di uranio, il che è una violazione dell'accordo. Rispondendo alla mossa degli Stati Uniti, il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif ha affermato che Washington non ha il diritto di attivare uno “snapback” in quanto non fa più parte del trattato.

Ha avvertito che l'America avrebbe dovuto affrontare le sue pericolose conseguenze. Lasciate che vi dica che le parti coinvolte nell'accordo nello “snap back” possono chiedere la reimposizione di tutte le sanzioni imposte dalle Nazioni Unite in precedenza e questo processo complesso non può essere fermato con il veto.

D'altra parte, la Russia ha rifiutato di sostenere l'America. L'ambasciatore della Russia alle Nazioni Unite, Vassily Nebenzia, ha affermato che con lo “snap back”, solo i paesi che fanno parte dell'accordo possono chiedere la reimposizione delle sanzioni. Pertanto, l'America non ha questo diritto. Non possiamo considerarlo un “colpo di scena”.

TV DAL VIVO

Related Articles

Close