Industria

La saga dell'India moderna è considerata un successo in molti modi: Barack Obama

Washington: Ex presidente d'America Barack Obama (l'ex presidente Barack Obama) ha affermato che nonostante aspre controversie tra partiti politici, vari movimenti separatisti armati e scandali di corruzione, la storia dell'India moderna può essere definita un successo in molti modi.

Nel suo ultimo libro, Obama, il 44 Presidente d'America, ha detto che 787811 Nel decennio, l'economia indiana divenne più orientata al mercato, il che fece emergere le straordinarie capacità imprenditoriali degli indiani e portò al tasso di crescita, il settore tecnologico fiorì e la classe media si espanse rapidamente. Nel libro menziona anche il suo incontro e la conversazione informale con l'ex primo ministro Manmohan Singh.

Nel libro “A Promised Land”, Obama 2008 ha spaziato dalla campagna elettorale alla fine del suo primo mandato ad Abbottabad (Pakistan ) Ha fornito i dettagli del suo viaggio fino alla campagna per uccidere il capo di Al Qaeda Osama bin Laden. Questo libro ha due parti, la prima delle quali è stata pubblicata in tutto il mondo martedì.

In molti modi l'India moderna è una saga di successo

In questo, Obama ha scritto: 'In molti modi l'India moderna può essere considerata una saga di successo che ha subito il peso di frequenti cambiamenti di governo, aspre differenze tra partiti politici, vari movimenti separatisti armati e Di fronte a scandali di corruzione “. Obama ha affermato che il primo artefice del cambiamento radicale nell'economia indiana è stato l'ex primo ministro Manmohan Singh ed è il vero simbolo di questa saga del progresso: è un piccolo membro della minoranza religiosa della comunità sikh, spesso perseguitato. Chi ha raggiunto la posizione più alta del paese. Un umile “tecnocrate” che ha introdotto standard di vita elevati e ha conquistato la fiducia del pubblico, guadagnandosi una reputazione grazie a un'immagine priva di corruzione.

Obama Visita in India

Durante la sua presidenza, Obama 2010 e 2015 sono venuti in India due volte. Ricordando la sua visita in India a novembre 2010, Obama ha detto che lui e Manmohan Singh avevano sviluppato una relazione calda e positiva. Obama scrive: “Si muoveva con cautela riguardo alla politica estera, ignorando la burocrazia indiana e non era disposto a muoversi troppo in questa faccenda perché la burocrazia indiana era stata storicamente scettica sull'intento americano”. La quantità di tempo che abbiamo passato insieme ha solo confermato i miei pensieri iniziali su di lui che è una persona straordinariamente intelligente e dignitosa; E durante la nostra visita a Nuova Delhi, abbiamo firmato accordi per rafforzare la cooperazione degli Stati Uniti nei settori dell'antiterrorismo, della salute globale, della sicurezza nucleare e degli affari “. Ha scritto:” Non posso dire che l'ascesa di Singh all'apice del potere Raggiungere è un simbolo del futuro della democrazia indiana o è solo una coincidenza. '

Obama ha scritto che Singh era preoccupato per l'economia indiana, il terrorismo transfrontaliero e i sentimenti anti-musulmani in quel momento. Durante una conversazione senza colleghi, Singh gli ha detto: “Presidente, in un momento incerto, l'appello alla solidarietà religiosa ed etnica può essere fuorviante e non è un compito così difficile essere utilizzato dai politici in India o altrove”.

La vittoria dell'India sulla divisione etnica

Obama scrive che l'adesione di Manmohan Singh alla carica di Primo Ministro è talvolta vista come un simbolo della vittoria dell'India sulla divisione etnica, ma da qualche parte è ingannevole. C'è una storia unica dietro Manmohan Singh che diventa Primo Ministro e tutti sanno che non era il candidato primo ministro del partito.

Obama ha detto: 'Piuttosto questa posizione gli è stata data da Sonia Gandhi (che è nata in Italia e vedova dell'ex primo ministro Rajiv Gandhi e capo del partito del Congresso) …. molti critici politici Crede di aver scelto l'anziano signore Sikh perché non aveva una base politica nazionale e non rappresentava una minaccia per il figlio Rahul, di un anno 47, che Si stava preparando a dare le redini del partito “. Riferendosi all'incontro con Sonia e Rahul Gandhi a cena, Obama scrive che il presidente del Congresso ascoltava più che parlare e parla con attenzione quando si tratta di questioni politiche. Si sarebbe rivolto a Singh e molte volte ha rivolto la conversazione a suo figlio.

Ha detto: 'Tuttavia, mi è diventato chiaro che Sonia è così potente perché è intelligente e intelligente. Per quanto riguarda Rahul, sembrava intelligente e onesto, nel caso di Sundar Nain Naqsh, è andato su sua madre. Ha condiviso le sue opinioni sulla politica progressista, nel frattempo ha parlato della mia 2008 campagna. '

Obama ha detto: 'Ma c'era nervosismo e disagio in lui … come se fosse uno studente che ha completato il suo lavoro di corso ed è desideroso di impressionare l'insegnante ma dentro Da qualche parte gli manca la capacità di padroneggiare l'argomento o la passione. '

( Input- Agency Language )

Related Articles

Close