Industria

La Cina ha rilasciato consulenza di viaggio, ha chiesto ai diplomatici stranieri di stare alla larga

Pechino: da nuovi casi di coronavirus La Cina preoccupata ha emesso un avviso di viaggio per diplomatici di vari paesi. Ai diplomatici è stato detto di stare lontano dalla Cina fino al 1 giugno. Alle ambasciate straniere è stato chiesto di posticipare il ritorno dei diplomatici e la rotazione del personale di due settimane. Alcuni diplomatici hanno obiettato a questa consulenza cinese. Dice che è completamente sbagliato per Pechino vietare questo tipo di movimento ed è una violazione della Convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche 1961, che L'Ambasciata offre al personale la libertà di movimento.

Allo stesso tempo, Pechino ha giustificato la sua decisione affermando che il suo scopo è solo quello di fermare la diffusione dell'infezione da corona. Non vuole che la transizione dall'estero raggiunga la Cina, quindi è stato emesso un avviso di viaggio per i diplomatici. Tuttavia, la Cina ha anche elogiato le ambasciate di tutti i paesi per evitare che la questione si riprendesse. Dalla sua parte è stato detto che grazie a tutti per il forte sostegno e la cooperazione ricevuti durante la crisi. Speriamo che continuerai a ottenere supporto sulle decisioni prese dal governo per prevenire l'infezione importata.

Anche il 3 aprile, i diplomatici stranieri che erano fuori dal paese sono stati avvisati dal Ministero degli Affari Esteri di non tornare in Cina fino a 15 entro maggio. In precedenza, tutti gli stranieri erano stati banditi dalla Cina, compresi gli stranieri con visti e permessi di soggiorno.

Related Articles

Close