Industria

La Cina ha iniziato l'amicizia lasciando l'ostilità, ha detto l'ambasciatore “elefante e drago” che possono ballare insieme

Nuova Delhi / Pechino: dell'India sulla controversia di confine Vedendo l'atteggiamento aspro, l'umore della Cina si è completamente ammorbidito. La Cina ora vuole che i due paesi trovino soluzioni attraverso i negoziati, senza dare molta importanza alle differenze. L'ambasciatore cinese in India Sun Weidong ha affermato che il “drago ed elefante” che ballano insieme è l'unica opzione giusta per l'India e la Cina. Parlando allo zoom con i giovani leader, l'ambasciatore cinese ha affermato che “drago” cinese ed “elefante” indiano possono ballare insieme e questa è l'opzione migliore per entrambi. Non solo, ha anche affermato che la Cina e l'India insieme stanno combattendo contro COVID – 19 ed è anche un compito importante per noi che noi Mantieni forti le tue relazioni. I nostri giovani dovrebbero rendersi conto che le relazioni tra i due paesi Cina e India si apriranno nuove opportunità l'una per l'altra e non siamo una minaccia reciproca.

L'ambasciatore cinese ha affermato che l'India e la Cina non sono nemici l'una dell'altra, ma opportunità reciproche. Sia l'India che la Cina stanno combattendo insieme il virus Corona. Le differenze tra i due paesi. Non dovrebbero influenzare la relazione. I due paesi dovrebbero risolvere le differenze attraverso il dialogo.

Questo cambiamento nell'umore cinese è arrivato dopo il duro atteggiamento dell'India e della mediazione offerti dall'America. Mercoledì il presidente degli Stati Uniti Donald Trump si è improvvisamente offerto di mediare la disputa sul confine tra India e Cina e ha dichiarato di essere “disposto, disposto e in grado” di allentare le tensioni durante il continuo scontro tra gli eserciti dei due paesi vicini. Trump aveva precedentemente offerto di mediare tra India e Pakistan sulla questione del Kashmir, ma Nuova Delhi ha respinto la proposta. L'India afferma che terzi non hanno alcun ruolo nelle relazioni bilaterali.

All'improvviso arrivò la proposta americana

Il presidente degli Stati Uniti Trump ha twittato mercoledì mattina, “Abbiamo informato sia l'India che la Cina che gli Stati Uniti sono pronti, disposti e in grado di mediare la disputa sul confine che è attualmente in corso”. Grazie'. Una settimana prima dell'inaspettata proposta di Trump, un alto diplomatico americano ha accusato la Cina di essere coinvolta in un conflitto di confine con l'India per cambiare lo status quo. La migliore diplomatica americana per l'Asia meridionale, Alice G. Wells, ha anche incoraggiato l'India a opporsi alla posizione aggressiva della Cina. Ha detto al Consiglio Atlantico di maggio 20 alcuni giorni prima di ritirarsi che se si guarda al Mar Cinese Meridionale, c'è un modo per far funzionare la Cina. Ed è una rivolta costante e un tentativo costante di cambiare lo status quo, cambiare le regole. Il giorno successivo, la Cina ha respinto la dichiarazione del Galles come assurda.

Significativamente, circa 3, 500 chilometri di Line of Actual Control (LAC) è praticamente il confine tra India e Cina. I LAC in Ladakh e nel Sikkim settentrionale sono stati recentemente sottoposti a costruzione militare da parte di eserciti indiani e cinesi. Con cui entrambi sono faccia a faccia. Ma la Cina mercoledì ha dichiarato in una sorta di riconciliazione che la situazione al confine con l'India è complessivamente stabile e sotto controllo e che entrambi i paesi hanno sistemi e mezzi di comunicazione adeguati per risolvere i problemi attraverso il dialogo e la consultazione.

Inizio dell'incontro dei comandanti dell'esercito indiano

Nel frattempo, la conferenza dei comandanti dell'esercito indiano è iniziata mercoledì a Nuova Delhi in vista della tensione al confine, dove ci sarà una discussione dettagliata sul confine cinese in Sikkim, Ladakh e Arunachal Pradesh. Questa conferenza è stata pianificata prima delle tensioni con la Cina nella regione orientale del Ladakh. Il capo generale dell'esercito Manoj Mukund Narwane presiede la conferenza. Un alto funzionario dell'esercito indiano ha detto che i principali comandanti della forza stanno partecipando alla riunione. In questa riunione saranno discusse tutte le questioni di sicurezza, compresa la situazione dovuta alla Cina in Ladakh.

La Conferenza dei comandanti dell'esercito è per importanti decisioni politiche che coinvolgono ufficiali di alto livello. Era previsto per aprile 2020, ma Kovid – 19 posticipato a causa dell'epidemia. Era Ora verrà condotto in due fasi. La prima fase della conferenza è iniziata mercoledì e continuerà fino a 29 maggio, 2020. Successivamente, la seconda fase inizierà nell'ultima settimana di giugno 2020.

La leadership di alto livello dell'esercito indiano farà un brainstorming sulle attuali emergenti sfide amministrative e di sicurezza e verrà determinato il corso futuro per l'esercito indiano. In questo, le decisioni vengono prese attraverso il sistema collegiale comprendente comandanti dell'esercito e alti ufficiali. Durante la prima fase della conferenza che inizia a South Block, verranno discussi vari aspetti relativi a questioni operative e amministrative, inclusi studi relativi alla logistica e alle risorse umane. Include anche la situazione emergente lungo la linea di controllo effettivo con la Cina.

Related Articles

Close