Industria

Islamofobia: i paesi del Golfo si sono mobilitati contro la Francia, boicottano i prodotti francesi

Parigi: Presidente della Francia Emmanuel Macron (Emmanuel Macron) I paesi musulmani hanno aperto un fronte contro la Francia riguardo alla dichiarazione sul terrorismo islamico. La richiesta di boicottaggio dei prodotti francesi sta guadagnando slancio. I manufatti francesi sono stati rimossi da diversi negozi in Arabia Saudita, Kuwait, Giordania e Qatar. Non solo questo, ci sono state anche proteste contro la Francia in Pakistan e Bangladesh.

Prodotti rimossi

Lunedì, al richiamo della Turchia, molti paesi del Golfo hanno annunciato il boicottaggio dei prodotti francesi. Il gruppo, che gestisce una catena di vendita al dettaglio in Kuwait, ha rimosso i prodotti francesi dai negozi francesi dai propri negozi. I prodotti francesi hanno subito un boicottaggio anche a Riyadh, la più grande economia del mondo arabo, dove l'hashtag ad esso correlato si è classificato al secondo posto nella classifica di Twitter domenica.

India-USA avranno colloqui 2 2 oggi, firmeranno questo importante accordo

anticipazione di perdite pesanti

Le aziende francesi potrebbero dover subire grosse perdite a causa di questa campagna anti-francese. Soprattutto le aziende che producono prodotti di bellezza subiranno grosse perdite, perché i prodotti di bellezza francesi sono venduti all'estero a prezzi elevati. La Francia ha una grande reputazione nel mercato internazionale dei manufatti. Insieme a prodotti di bellezza, abiti firmati e vino francese, lo Champagne è molto famoso in altri paesi.

Campagna sui social media

È in corso anche una campagna contro la Francia sui social media. #BoycottFrenchProducts, #BoycottFrance Products, #boycottfrance #boycott_French_products #ProphetMuhammad è di tendenza su Twitter. Oltre a questo, c'è una campagna in corso anche su Facebook e WhatsApp. Nella maggior parte dei paesi musulmani, il boicottaggio dei prodotti francesi, la domanda di AK sta guadagnando slancio e anche l'effetto di questa domanda è visibile.

La Turchia ha vomitato veleno

In precedenza, lunedì, la Turchia ha fatto appello a tutti i paesi affinché boicottino i manufatti francesi. La Turchia dice che il presidente della Francia ha insultato l'Islam. In risposta, il governo francese ha definito questo appello il risultato di un pensiero radicale e ha richiamato il suo ambasciatore dalla Turchia. Infatti le relazioni tra Turchia e Francia si erano deteriorate a causa della guerra siriana e ora anche durante la guerra del Nargono Karabakh, entrambi i paesi si accusano apertamente a vicenda.

Pak summoned Ambassador

Il Pakistan ha convocato l'ambasciatore francese per la dichiarazione del presidente francese e ha anche registrato la sua protesta ufficiale. In precedenza, il primo ministro pakistano Imran Khan ha twittato e accusato il presidente francese Emmanuel Macron di promuovere l'islamofobia. Per il quale ha anche ottenuto una risposta adeguata. Allo stesso tempo, è stato chiesto anche il boicottaggio delle merci francesi in Bangladesh. Il gruppo religioso Islamic Youth Movement ha organizzato una manifestazione nella capitale Dhaka e ha insistito per porre fine alle relazioni diplomatiche con la Francia. Ha anche chiesto il boicottaggio del prodotto francese.

Qual è il problema?

Infatti, 16 a ottobre, mentre insegnava il testo della libertà di espressione, lo studente Samuel Patty è stato strangolato per mostrare le vignette contestate del Profeta Maometto. Successivamente, il presidente francese Emmanuel Macron ha reso omaggio all'insegnante, definendolo terrorismo islamico. Da allora, nei paesi musulmani si sono svolte proteste contro la Francia e si sta conducendo una campagna di boicottaggio.

Related Articles

Close