Industria

In nome della cultura, le donne non potranno indossare gonne corte in questo paese, ma anche gli uomini lo saranno rigorosamente

Nuova Delhi: Paese dell'Asia orientale nel nome della cultura In Cambogia, alle ragazze sarà proibito indossare minigonne. Non solo, ai ragazzi non sarà permesso di essere senza camicia.

Nel parlamento della Cambogia è stata presentata una proposta riguardante l'abbigliamento di donne e uomini, che è stata sostenuta da numerosi parlamentari. Se questa proposta verrà approvata dal Parlamento, la polizia avrà il diritto di intraprendere un'azione legale contro ragazze che indossano gonne corte o abiti trasparenti e uomini che non hanno magliette.

Coloro che sostengono questo progetto affermano che tale legislazione è disperatamente necessaria per i crescenti reati sessuali nella società. Secondo i media locali, se la proposta sarà approvata in Parlamento, sarà attuata all'inizio del prossimo anno. Successivamente, la polizia sarà in grado di agire contro i colpevoli.

Il governo ha sostenuto il progetto dicendo che aiuterà a preservare la cultura e la tradizione della Cambogia, mentre anche la voce viene sollevata contro di essa. Chak Sopheap, direttore esecutivo del Centro cambogiano di beneficenza per i diritti umani, ha dichiarato: “Abbiamo visto che molte persone nel governo cambogiano hanno rilasciato dichiarazioni contrastanti sull'abbigliamento femminile e sui loro corpi”. . Hanno incolpato i loro vestiti per la violenza contro le donne. Ora il governo vuole strappare via la libertà fondamentale delle donne creando una nuova legge '

Il segretario del Ministero degli Interni Ok Kimlekh, che ha guidato il processo di redazione, ha appoggiato la proposta, affermando che tale legislazione è necessaria per preservare la cultura e la tradizione. Ha continuato dicendo: “Questa non è interamente una questione di ordine pubblico, è una questione di tradizione e costume”.

Significativamente, in Cambogia quest'anno, una donna è stata condannata a sei mesi solo perché indossava abiti corti durante un live streaming su Facebook, ignorando l'avvertimento delle autorità. La donna è stata condannata per aver diffuso oscenità nella società.

Related Articles

Close