Industria

Imran Khan sta commettendo questo grosso errore nella vicenda cinese, la ribellione scoppia nel Sindh

Pakistan

Insieme al governo e ai leader del Sindh, anche molti partiti baluchi protestano continuamente contro questa decisione. Articoli 172 e 18 basati sugli emendamenti costituzionali Ma c'è anche la preparazione per combattere una battaglia legale.

Imran Khan, Primo Ministro pakistano (File foto).

Islamabad: Governo Imran Khan in Pakistan (Pakistan) senza il consenso del Sindh o del suo governo su richiesta del governo della Cina e delle isole buddiste e Bundel appartenenti al Sindh. (Isole di Buddhoo e Bundal). Il Pakistan non lo sta facendo solo per avidità di denaro, ma dietro a questo c'è una grande cospirazione della Cina. La Cina vuole rafforzarsi espandendosi nel Mar Arabico con il sostegno del Pakistan e Imran Khan è intrappolato nella sua trappola e commette un grosso errore

La Cina allarga costantemente i piedi

Il primo ministro pakistano Imran Khan ha espresso il desiderio di sviluppare varie isole lungo la costa del Sindh e del Balochistan durante la sua visita dello scorso anno in Cina. Al fine di prendere piede nella regione, la Cina aveva anche accettato di partecipare allo sviluppo di otto isole. La Cina sta ora anticipando abilmente il destino di occupare queste due isole. La maggior parte del lavoro relativo allo sviluppo di queste isole è stato svolto da ingegneri cinesi. Tra questi, sono inclusi anche i lavori di vari progetti relativi ai cantieri Gwadar e Karachi.

Leggi anche: Vijayadashami 2020: Shakti E Dussehra è un simbolo di pietà, conosce importanza e storia

Gli ingegneri cinesi lavorano costantemente

Se i lavori continueranno a Karachi e Gwadar allo stesso ritmo, il mondo vedrà le basi sottomarine cinesi nel Mar Arabico nei prossimi 3-4 anni. Due isole, Buddista e Bundal, si espanderanno a Karachi e Gwadar. La partecipazione di ingegneri cinesi che lavorano nei cantieri navali di Gwadar e Karachi alla preparazione dei piani di sviluppo di queste isole ne è una prova evidente. Lo scopo dell'ordinanza del presidente per la formazione della PIDA (Pakistan Island Development Authority) è anche un passo compiuto verso la realizzazione di questo desiderio della Cina.

Imran sosterrà l'esercito

Ci sono tutte le possibilità che la PIDA sarà guidata da alcuni ufficiali militari di alto rango. Il suo scopo sarà quello di sopprimere qualsiasi opposizione a livello locale. Perché il governo del Pakistan sa che il popolo sindhi si opporrà definitivamente all'invasione cinese delle proprie risorse.

Outrage in Sindh

Insieme al governo e ai leader del Sindh, anche molti partiti baluchi protestano continuamente contro questa decisione. Articoli 172 e 18 basati sugli emendamenti costituzionali Ma c'è anche la preparazione per combattere una battaglia legale. L'articolo della costituzione pakistana 172 prevede la legittima proprietà dei beni di una provincia al governo provinciale. Allo stesso tempo 18 l'emendamento impedisce al Presidente di prendere decisioni unilaterali cambiando lo stato da una repubblica parlamentare.

La voce può aumentare a livello internazionale

Tuttavia, ci sono tutte le possibilità che questa protesta o battaglia legale non ottenga alcuna giustizia al popolo del Sindh. La loro proprietà viene costantemente invasa. Imran Khan ha sempre mantenuto il silenzio sulle voci di tale protesta. A causa della loro inettitudine politica, la Cina va costantemente avanti nell'obiettivo di strappare le due isole al popolo del Sindh. Ma l'idea sbagliata della Cina è che qui sarà in grado di controllare di più perché c'è molta rabbia tra la gente. Forse anche la comunità internazionale può prendere conoscenza di questo piano della Cina e alzare la voce contro l'espansionismo cinese.

TV DAL VIVO

Related Articles

Close