Industria

Il Pakistan tace su tutto ciò che è sbagliato nell'avidità della Cina per l'“economia ''

Islamabad: Pakistan che parla dei diritti dei musulmani Il primo ministro di Imran Khan (Cina), le atrocità sui musulmani uiguri in Cina (Cina) sono un putiferio. Non ha nemmeno lamentele con Pechino per l'epidemia di Corona, anzi, sostiene la posizione della Cina. La ragione di ciò non è l'amore di Imran per la Cina, ma la “barca economica” da lì, grazie alla quale il “nuovo Pakistan” di Imran è vivo.

L'interesse economico è fondamentale

Un articolo sull'alleanza tra Cina e Pakistan è stato pubblicato sulla rivista americana “The National Interest”. William Shriver nel suo articolo ha cercato di spiegare che il Pakistan è completamente caduto dalla Cina per interessi economici. L'articolo diceva che il primo ministro pakistano Imran Khan evita le critiche dalla Cina, poiché la Cina sta investendo miliardi di dollari in Pakistan attraverso la Belt and Road Initiative.

Corona è solo influenza

Nell'articolo è stato detto che nel capriccio di non far arrabbiare la Cina, il Pakistan ha commesso l'errore di sottovalutare il CoronaVirus. Mentre il mondo intero continuava a prendere di mira il drago per questa epidemia, Imran Khan rimase in silenzio. Invece, ha twittato che presto tutto sarà normale. Corona è proprio come l'influenza, che si diffonde rapidamente. Non solo questo, ha anche detto che siamo con la Cina in questo momento difficile.

60 miliardi di dollari di investimento

Sia che i musulmani di Weigar siano stati perseguitati nella regione dello Xinjiang, o il controverso disegno di legge sulla sicurezza di Hong Kong, il Pakistan è rimasto in silenzio. La ragione di ciò è il guadagno finanziario. In realtà, Pechino sta investendo 60 miliardi di dollari in Pakistan attraverso il corridoio economico Cina-Pakistan (CPEC). In una situazione del genere, se il Pakistan parla di questioni delicate per la Cina, potrebbe dover soffrire.

Politica diversa

) Quando William Shriver ha interrogato Asad Majeed, ambasciatore del Pakistan negli Stati Uniti, perché il Pakistan, che ha sollevato la questione delle violazioni dei diritti umani in Kashmir, tace sullo sfruttamento dei musulmani in Cina, la risposta è stata: “Di solito commentiamo gli affari interni di altri paesi”. No, soprattutto non tutti i nostri amici. Per quanto riguarda il Kashmir, la nostra opinione su questo è completamente diversa ”.

La Cina supporterà?

Il Pakistan sta mettendo tutto in gioco per mantenere la Cina con loro. In una situazione del genere, la domanda di William Shriver è se la Cina sarà pronta ad aiutare il Pakistan in tempi difficili, proprio come l'America sta con l'India oggi? William ha scritto che se la Cina lascia il Pakistan da solo in tempi difficili, la situazione diventerà molto difficile per lui.

Related Articles

Close