Industria

Il forte messaggio del Canada alla Cina, ha detto: “Rilascia i nostri cittadini”

Canada

I manifestanti chiedevano il rilascio di due cittadini canadesi arrestati in Cina. Entrambi sono stati arrestati a causa di uno scontro diplomatico con Meng Vanju, funzionario esecutivo della società di telefonia mobile Huawei.

Vancouver: In segno di protesta contro l'arresto di due cittadini canadesi, si è svolta una manifestazione di fronte al Consolato Cinese qui sotto la bandiera dell'Organizzazione degli Amici del Canada-India. Altre sette organizzazioni vi hanno partecipato. I manifestanti chiedevano il rilascio di due cittadini canadesi arrestati in Cina. Entrambi sono stati arrestati a causa di uno scontro diplomatico con Meng Wanju, funzionario esecutivo della società di telefonia mobile Huawei.

Eseguita indossando una maschera

Durante questo periodo furono lanciati slogan contro la Cina. Le persone coinvolte nelle manifestazioni a causa dell'epidemia di Corona 500 hanno partecipato indossando maschere e seguendo le regole della distanza sociale. La performance è stata guidata da Maninder Gill, Ashish Manral, Avatar Johal, Pal Broach, Baljinder Cheema, Gurucharan Sarbha, Paramjit Khosla e Dr. Hakam Bhullar. Il Comitato Canada-Tibet e la Comunità Tibetana, Organizzazione degli Amici del Canada India, Attivista politico di Vancouver a Hong Kong erano tra le altre sette organizzazioni coinvolte nella manifestazione.

Leggi anche- Yoga Namaskar: Se sei turbato dal russare, fai questo yoga yoga regolarmente

Critica dell'atteggiamento dittatoriale della Cina

Gli amici del Canada-India Maninder Gill ha criticato l'atteggiamento impraticabile e dittatoriale della Cina. Ha detto che la protesta si è svolta in Cina chiedendo il rilascio di due canadesi in ostaggio, protestando contro la nuova legge sulla sicurezza nazionale di Hong Kong e liberando Hong Kong, il Tibet e la parte indiana dall'occupazione della Cina. Gill ha affermato che la nuova legge sulla sicurezza nazionale introdotta per Hong Kong minaccia la libertà di stampa, parola e riunione.

Related Articles

Close