Industria

I manifestanti che imperversano in America, molti monumenti “confederati” sono stati presi di mira in città

Richmond: Un uomo di colore di nome George Floyd in America Dopo l'incidente della morte della persona, i manifestanti hanno preso di mira monumenti “confederati” in molte città. In realtà, le manifestazioni sono iniziate a Minneapolis dopo che la morte di Floyd si è diffusa anche in altre parti del paese. Le dimostrazioni sono scoppiate questa settimana a Minneapolis quando un video mostrava un ufficiale di polizia bianco che strangolava Floyd con il ginocchio per più di otto minuti. Durante questo periodo Floyd continuò a supplicare di respirare e in seguito morì.

Dopo questo, domenica mattina ci sono state manifestazioni in tutto il paese. I monumenti furono distrutti in Virginia, nelle Caroline e nel Mississippi. La presenza di monumenti confederati nella parte meridionale del paese e in altre aree è stata messa alla prova per anni e in passato sono stati presi di mira per la rimozione di alcuni monumenti.

Quindi, i memoriali 'confederati' sono presi di mira

In effetti, il memoriale “Confederato” fa parte dello “Stato Confederato d'America” ​​(CSA), un simbolo ed esibizione pubblica di leader confederati o soldati confederati della Guerra civile americana. Il CSA era una repubblica non riconosciuta nella parte meridionale meridionale delle Americhe tra 1861 e 1865. La Confederazione in quella regione fu originariamente creata dalla schiavitù e da sette province secessioniste, la cui economia era fortemente dipendente dall'agricoltura e in particolare dall'agricoltura e dall'orticoltura del cotone e in cui erano impiegati schiavi afroamericani.

Secondo le notizie di Oxford Eagle, 'Spiritual Massacre' è stato scritto su un memoriale confederato nel campus dell'Università del Mississippi con un marchio rosso artiglio. I critici hanno affermato che la sua visualizzazione vicino al principale edificio amministrativo dell'università indica che Ole glorifica la signorina Confederazione e fa eco alla storia della schiavitù nel sud. I manifestanti hanno distrutto una statua confederata a Charleston, nella Carolina del Sud. Secondo il giornale, la parola “razzista” è stata scritta su un memoriale nella Carolina del Nord.

Spiega che la questione dei monumenti confederati nella Carolina del Nord è stata particolarmente contestata, in cui tali monumenti hanno protezione legale, mentre una statua confederata fuori dal complesso del tribunale di Darham è stata danneggiata dai manifestanti. . I manifestanti nella città costiera di Norfolk hanno scalato un monumento confederato e lo hanno rotto. Una commissione a Richmond, la capitale della Virginia e della Confederazione, raccomandò la rimozione di uno dei cinque Confederati nella famosa Monument Avenue della città.

Sabato, i manifestanti nella capitale della provincia del Tennessee, Neshville, hanno lasciato cadere una statua di Edward Carmack, vicino a 1900, secondo il quotidiano The Tennis. Era un avvocato del governo e aveva opinioni razziste. I manifestanti hanno anche gettato inchiostro sulla statua di un ex sindaco di Filadelfia.

Related Articles

Close