Industria

I bambini dell'Afghanistan costretti a coltivare oppio, conoscono il motivo

Afghanistan

Il popolo afghano ha trovato una nuova soluzione alla coltivazione dell'oppio per far fronte alle circostanze della crisi.

Kabul: Dopo lo scoppio del terrorismo talebano, il virus Corona, l'Afghanistan sta ora affrontando le inondazioni. L'Afghanistan sta affrontando la crisi della cattiva economia e delle inondazioni. La situazione in questo paese non andava già bene e poi la pandemia della corona e le inondazioni hanno peggiorato la situazione. I posti di lavoro dei dipendenti locali stanno andando via e anche le attività si sono fermate. In una tale situazione, il popolo afghano ha trovato una nuova soluzione per coltivare la coltivazione dell'oppio per far fronte alle circostanze della crisi. Sì, ora un gran numero di disoccupati qui sta aumentando la tendenza nella coltivazione dell'oppio.

I più grandi paesi produttori di oppio

Facci sapere che l'Afghanistan è il più grande paese produttore di oppio al mondo. L'Afghanistan fornisce 80 per cento del consumo totale di oppio nel mondo. È evidente che migliaia di giovani sono coinvolti anche nel business dell'oppio. È un peccato che un gran numero di persone locali consideri la coltivazione dei campi di papavero come la migliore soluzione per il proprio sostentamento.

Molte persone hanno perso il lavoro a causa dell'epidemia di Corona virus in Afghanistan. Questo è il motivo per cui le persone troveranno lavoro nei campi di papaveri per gestire le loro famiglie. Fazil 42 della provincia di Uruzgan ha detto che il mio lavoro è stato perso a causa del virus Corona. La mia famiglia 12 appartiene alle persone e io sono l'unico che guadagna il pane. Non avevo altra scelta che lavorare in un campo di papaveri per guadagnare soldi.

I campi di papaveri di solito forniscono lavoro stagionale. I lavoratori ricevono i salari durante la primavera e la stagione estiva. L'epidemia di coronavirus ha molto spaventato i lavoratori e sono riluttanti a lavorare nei campi di papaveri. A causa di ciò, la carenza di manodopera si fa sentire anche nelle aree confinanti con il Pakistan.

La carenza di lavoratori stagionali e la mancanza di posti di lavoro hanno aiutato agricoltori e disoccupati a incontrarsi a metà in modo incompleto. È triste che non solo i lavoratori disoccupati vengano nei campi di papaveri per partecipare, ma anche gli studenti stanno partecipando a questo lavoro a causa della chiusura della scuola.

Related Articles

Close