Industria

Global Times sta avanzando l'agenda del governo cinese sotto le spoglie del giornalismo

Pechino: Media (Media) è generalmente neutrale Si ritiene, ed è per questo che tutti i tipi di notizie arrivano al pubblico. Quindi, sia che si tratti di contare i risultati del governo o di mostrare i suoi fallimenti, ma i media cinesi non lavorano sul principio dell'equità. Almeno questo è come appare guardando il Global Times.

Dal virus Corona alla disputa sul confine con l'India, il Global Times ha pubblicato notizie del genere non solo unilaterali ma anche lontane dalla realtà. In effetti, il Global Times è il giornale scandalistico del People's Daily, il portavoce del Partito comunista cinese e sta spingendo l'agenda del governo cinese sotto le spoglie del giornalismo.

Il capitolo nero della storia della Cina in cui furono uccisi innocenti

La maggior parte dei paesi è contro la Cina a causa del virus Corona. Ci sono anche accuse che Pechino abbia deliberatamente diffuso il virus. Ma invece di scoprire la verità di queste accuse dal comunicato stampa dello stato, sono state sollevate domande sugli accusati. Alcuni titoli delle notizie, ad esempio, erano “Rapporti anti-cinese senza fatti”, “COVID – 19 sulla forza di prova per trattare con” e “i media stranieri su Corona Accusa senza fondamento. '

Il Global Times ha anche pubblicato notizie provocatorie e unilaterali sulla disputa sul confine tra India e Cina. Insieme alla glorificazione del potere militare cinese, ha fatto notizia con il titolo “Lezioni che l'India ha ricevuto al confine”. Tale copertura suggerisce che i media cinesi sono focalizzati su informazioni unilaterali e vengono mostrati come attaccanti in altri paesi. Il Global Times presenta le opinioni del Partito comunista cinese. Ha fatto del suo meglio per dimostrare che la Cina aveva vinto la guerra contro Corona e non aveva avuto alcun ruolo nella sua diffusione nel mondo.

Dov'è finito Whistle Blower?

Sorprendentemente, non ci sono notizie nei media statali cinesi sui fischietti che sono scomparsi dall'inizio dello scoppio della Corona. Mancano cinque fischi di Wuhan e solo uno è morto. Tutti avevano cercato di rivelare la verità sul virus corona e ora non si sa nulla di loro.

Dr. Li Wenliang è morto a febbraio da Corona. Ha cercato di mettere in guardia il mondo su COVID – 19, e secondo il rapporto è stato torturato dalla polizia. Ne mancano anche molti altri, come i giornalisti Chen Giushi, Fan Bin e Li Zehua. La cosa sorprendente è che anche la notizia della sua scomparsa è scomparsa con lui. Cioè, i media li hanno completamente dimenticati. Non una volta il Global Times ha tentato di stampare le notizie delle persone scomparse. Probabilmente perché l'outlet è di proprietà del People's Daily, il giornale ufficiale del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese, e il governo non vuole che le sue operazioni siano esposte.

Il direttore del Global Times, Hu Xijin, è un lealista del partito che una volta era coinvolto nella protesta di Piazza Tiananmen, ma ora sta impedendo alla verità di raggiungere la gente.

Related Articles

Close