Industria

Dopo Galvan, i rapporti India-Cina si fanno seri: Jaishankar

New York: Ministro degli Affari esteri S. Jaishankar (Ministro degli affari esteri) S. Jaishankar) ha affermato venerdì che i violenti scontri al confine tra India e Cina a giugno hanno avuto un impatto pubblico e politico molto profondo e hanno portato a un grave sconvolgimento nelle relazioni. 15 Nella Valle Galvan del Ladakh orientale 15 l'esercito indiano in violenti scontri a giugno I soldati furono martirizzati dopo di che le tensioni tra i due paesi aumentarono notevolmente. Anche le persone dell'Esercito popolare di liberazione della Cina sono state vittime ma non hanno fornito un numero chiaro.

Jaishankar parlando a un evento digitale organizzato dall'Asia Society ha affermato che l'India ha nell'ultimo 30 Ha formato un rapporto con e la base di questo rapporto è stata la pace sulla linea di controllo effettivo. Ha detto che ci sono stati diversi accordi da allora 1993 che delineavano la pace e la tranquillità che limitavano le forze che entravano nelle aree di confine, e Determinato come gestire il confine e come le truppe di stanza al confine dovrebbero muoversi l'una verso l'altra.

30 Maggiore deviazione dalle relazioni negli anni

Jaishankar ha detto: “Quindi dal livello concettuale al livello di comportamento, il tutto era una struttura. Quello che abbiamo visto quest'anno è che l'intera serie di accordi è stata messa da parte. Il dispiegamento di un gran numero di forze cinesi al confine è chiaramente contrario a tutto questo “. Ha detto:” E quando è arrivato un punto di confronto in cui un gran numero di soldati si sono avvicinati l'uno all'altro in luoghi diversi, allora 15 Un triste incidente come quello di giugno è accaduto. '

Jaishankar ha detto: “Questa brutalità può essere compresa come se questo fosse il primo incidente di martirio dei soldati dopo 1975. Ha avuto un impatto politico pubblico molto profondo e ha seriamente interrotto il rapporto. “Ha detto che questo avveniva a Chennai lo scorso anno dopo il vertice di Wuhan ad aprile 2018. C'era una specie di vertice e il motivo dietro questo era che il primo ministro Narendra Modi e il presidente Xi Chinfing trascorrevano del tempo insieme, parlando direttamente tra loro delle loro preoccupazioni.

Jaishankar ha detto: 'Quello che è successo quest'anno è stata una grande deviazione. Non è stato solo un approccio molto diverso dai negoziati, ma anche una grande deviazione dalla relazione 30 negli anni. ” , In risposta a questa domanda, il ministro degli Esteri ha detto: “Non ho davvero una spiegazione razionale.” Ha detto: “Oggi un gran numero di soldati è di stanza lì con le armi in quella zona del confine ed è ovviamente molto davanti a noi Una seria sicurezza è una sfida. “Jaishankar ha parlato con il presidente dell'istituto ed ex primo ministro australiano Kevin Rudd in un evento speciale dell'Asia Society Policy Institute. I due hanno anche discusso del nuovo libro di Jaishankar, “The India Way: Strategies for an Unsurpassed World”.

( Input- Agency Language )

Related Articles

Close