Industria

Dichiarazione di emergenza dopo i flussi di gasolio in Siberia

Mosca: il presidente russo Vladimir Putin quasi 900 da un centro di stoccaggio di impianti energetici in Siberia L'emergenza è stata dichiarata dopo l'incidente del flusso di migliaia di tonnellate di gasolio. L'incidente è avvenuto venerdì in una centrale elettrica situata nella periferia della città di Norilsk, a 2 900 chilometri da Mosca.

I bloccanti sono stati messi in atto per impedire al carburante di entrare nel fiume Ambernaya. Un fiume emerge dal fiume, che in seguito si unisce a un fiume. Questo fiume conduce all'oceano artico sensibile all'ambiente. Putin mercoledì ha ordinato alle autorità di fermare al minimo la perdita da questo flusso. Tuttavia, Alexei Nijinnikov, direttore del World Wildlife Fund-Russia, ha affermato che ciò danneggerebbe i pesci e altre risorse. La perdita totale è stimata in un crore 30 milioni di dollari.

(lingua di inserimento)

Related Articles

Close