Industria

Dadagiri della Cina, le navi cinesi sono bloccate nella zona dell'acqua di questo paese per 3 giorni

Tokyo: Due navi della Guardia Costiera cinese contestate. Il Giappone ha presentato una protesta alla Cina dopo aver rifiutato di entrare nelle acque giapponesi al largo dell'arcipelago del Mar Cinese Orientale e essersi ritirato per il terzo giorno consecutivo fino a martedì. Funzionari giapponesi hanno fornito informazioni su questo.

I funzionari della guardia costiera giapponese hanno detto che due navi cinesi sono entrate nelle acque dichiarate del Giappone domenica mattina e hanno tentato di andare su un traghetto giapponese da pesca a bordo di tre membri dell'equipaggio. Hanno detto che sono ancora lì e stanno ignorando le istruzioni e gli avvertimenti dei funzionari giapponesi di andarsene.

Le navi della Guardia Costiera cinese fanno regolarmente breccia nell'area dell'acqua intorno all'isola di Sekaku meridionale del Giappone. Anche la Cina rivendica quest'area. Il segretario capo del gabinetto Katsunobu Kato ha detto martedì che è triste che due navi della Guardia costiera cinese siano presenti nelle acque giapponesi.

Ha detto che il Giappone si oppone fermamente alla Cina e chiede che le navi cinesi lascino immediatamente il territorio giapponese. Ha detto che il Giappone difenderà molto fortemente il suo settore dell'acqua, della terra e dell'aria. Funzionari della Guardia Costiera giapponese hanno detto che il peschereccio, insieme a tre membri dell'equipaggio, era completamente al sicuro.

Related Articles

Close