Industria

Cina, India non respingendo le sue azioni sul LAC, l'India respinge questa proposta

New Delhi: La Cina non desiste dai suoi trucchi. Lo è stato, ma l'India non è pronta a farsi prendere dai suoi trucchi. Sulla linea di controllo effettivo (LAC) nel Ladakh orientale, la Cina aveva dato un'altra formula sotto forte tensione, che l'India ha respinto senza indugio. In effetti, la Cina aveva proposto di ritirarsi alla stessa distanza, cioè più l'India si ritira dal Finger 4 del lago Pangong, anche le forze cinesi si ritireranno.

L'India ha immediatamente respinto questa proposta di trucco della Cina e ha chiesto alla Cina di ripristinare completamente lo status quo ai confini orientali del Ladakh.

Ad aprile, le forze cinesi hanno raggiunto il Tibet in nome di condurre manovre, ma lì hanno violato il LAC ed eretto molti tipi di costruzioni in vari punti lungo il confine. Non solo truppe dell'esercito, carri armati, aerei e altre armi erano di stanza lì. Successivamente, i contingenti dell'esercito indiano e dell'aeronautica militare sono stati schierati su questo lato del LAC negli ultimi 3 mesi.

Fonti hanno rivelato che la Cina ha detto all'India che le forze cinesi sono pronte per il disimpegno nell'area Finger 4 del lago Pangong, ma l'India dovrà anche rimuovere le sue truppe e armi da quest'area. . La Cina ha detto che in cambio ritirerà anche tanti soldati e altrettante armi.

L'India ha respinto completamente questa proposta della Cina e ha chiesto alla Cina di andare dietro a Finger 8 come prima. L'India ha anche sollevato la questione degli accordi 1993 e 1996 con la Cina, secondo i quali in qualche modo le due parti intorno a LAC La costruzione di è stata vietata.

La parte indiana è completamente determinata che le forze cinesi dovranno disimpegnarsi, quindi le due parti discuteranno tra loro e ritireranno le forze dalle aree del Ladakh orientale, Deppsance Plains e Daulat Beg Oldi. Nel frattempo, le agenzie di intelligence hanno riferito che la Cina non è pronta a ritirare le truppe dall'area di Pangong e durante questo periodo stanno cercando di rafforzare la loro presenza militare in quest'area fingendo di essere in trattative.

Ecco perché anche l'India sta lavorando in questa direzione, la sua posizione viene costantemente rafforzata, il LAC è stato incaricato di essere molto vigile e di dare risposte forti alle azioni delle forze cinesi. È stato chiamato.

Anche domenica il ministro della Difesa Rajnath Singh ha tenuto una riunione di alto livello nel Ladakh orientale sulla situazione della sicurezza alla quale erano presenti anche l'NSA Ajit Doval e il capo di stato maggiore della Difesa, il generale Vipin Rawat. Le agenzie di intelligence hanno anche riferito che la Cina ha anche aumentato il suo sistema di sorveglianza lungo il confine.

Guarda anche –

Related Articles

Close