Industria

Caso Kulbhushan Jadhav: il governo pakistano ha detto questa grande bugia nella sua stessa corte

Pakistan

Nel caso Kulbhushan Jadhav, il governo pakistano ha mentito nella propria corte. Il governo di Imran Khan ha dichiarato martedì all'Alta corte di Islamabad che l'India non ha nominato un avvocato per difendere Jadhav.

Islamabad: Nel caso Kulbhushan Jadhav, il governo pakistano ha mentito nella propria corte. Il governo di Imran Khan ha dichiarato martedì all'Alta corte di Islamabad che l'India non ha nominato un avvocato per difendere Jadhav. Mentre la realtà è che il Pakistan sta ripetutamente rifiutando la richiesta di nominare un avvocato dall'India.

Quindi la richiesta di rifiuto

Anche giovedì scorso l'India ha chiesto la nomina di un avvocato indiano o del Queens Counsel per garantire un processo equo e gratuito del caso, che il Pakistan ha respinto. È noto che il cinquantacinquenne ufficiale della Marina indiana in pensione Jadhav è stato condannato a morte ad aprile 2017 dal tribunale militare pakistano con l'accusa di spionaggio e terrorismo. L'Alta Corte di Islamabad sta riesaminando la sentenza.

Il presidente della Corte sta ascoltando

Il mese scorso l'Alta Corte di Islamabad aveva fissato una nuova scadenza per dare all'India la possibilità di nominare un avvocato per Jadhav. Martedì una panchina di tre membri presieduta dal presidente della Corte Suprema Athar Minallah ha ascoltato la questione. Nel frattempo, il governo ha mentito in tribunale dicendo che l'India non ha nominato un avvocato per difendere Jadhav.

È successo per la seconda volta

Il ministero della Giustizia pakistano ha detto alla corte che l'India non è riuscita a nominare un avvocato entro la scadenza del 6 ottobre, questa è la seconda volta. Il tribunale ha quindi chiesto al procuratore generale del Pakistan Khalid Javed Khan se il tribunale potesse nominare un avvocato per Jadhav senza il consenso dell'India. Allo stesso tempo, il tribunale ha anche chiesto a Khan di dire se la decisione della Corte internazionale di giustizia sarà effettivamente attuata con la nomina di un avvocato a nome del tribunale. La prossima udienza del caso sarà ora il 9 novembre.

… Quindi l'ordine è stato dato

Significativamente, c'è una continua richiesta dall'India di nominare un avvocato indiano o un consulente legale del Queens (avvocato dei servizi legali della regina britannica), ma il Pakistan rifiuta questa richiesta. L'India aveva 2017 si è rivolta alla Corte internazionale di giustizia in questo caso, dopo di che la corte ha ordinato al Pakistan di ascoltare nuovamente in udienza pubblica. Era.

TV DAL VIVO:

Related Articles

Close