Industria

ANALISI DEL DNA: Perché le voci dei musulmani non alzano la voce contro le atrocità sui musulmani di Weigar in Cina?

New Delhi: Oggi sei il primo Immagina uno stato o una provincia di dimensioni maggiori al mondo. Che è una volta e mezza la dimensione del Pakistan e del Bangladesh 12 Altre volte. Mentre 50 percento della popolazione totale sono persone che credono nell'Islam e dove la maggioranza della popolazione è turca. Parla in lingua. Uno stato i cui confini incontrano otto paesi tra cui l'India e 5 di questi paesi sono dove l'Islam è la più grande religione. Ma i musulmani di questo stato a maggioranza musulmana non possono avere la barba lunga. Nel mese di Ramadan, il digiuno non è consentito, a nessun bambino è permesso nascere, alle donne non è permesso indossare il burqa e queste persone non possono celebrare nessuna festa propria. Devi essere sorpreso e senti che la percentuale della popolazione dello stato 50 crede nell'Islam. Come possono esserci così tante restrizioni per i musulmani? Ormai avrebbe dovuto esserci una ribellione ei leader dell'Islam in tutto il mondo avrebbero dovuto liberare questi musulmani. Ma non devi essere sorpreso. Perché una di queste province si trova nel vicino paese dell'India, la Cina. Il nome di questa provincia è – Xinjiang.

Costruzione di servizi igienici al posto della moschea

45 Percentuale della popolazione totale dello Xinjiang sono musulmani Weigar, che originariamente appartengono alla Turchia Tienilo Ma ancora i musulmani qui non possono fare nulla senza la volontà del governo cinese. Ma ogni volta che il governo cinese può demolire le moschee dei musulmani Veigar e fare bagni pubblici in quel luogo. Quando il mondo sta combattendo il Corona virus, la Cina ha considerato i musulmani del suo paese come il suo nemico numero uno. La Cina ha demolito una moschea 2 anni fa a Sunatgah, un villaggio nella città di Artush della provincia dello Xinjiang, e ora è stato costruito un bagno pubblico sul sito di quella moschea.

Tutte le persone in questo villaggio hanno i servizi igienici nelle loro case e anche i turisti vengono qui occasionalmente. Ecco perché la gente del posto dice che non c'era bisogno di un bagno pubblico in questo posto e forse è per questo che la Cina ha costruito un bagno pubblico qui. Ma non è aperto al pubblico. Quindi la domanda è: perché la Cina ha costruito un bagno invece di una moschea? La semplice risposta a questa domanda è che l'obiettivo del governo cinese sono i musulmani che vivono nello Xinjiang e finora lo stato 97 La percentuale di moschee è stata demolita e la Cina ha cercato di degradare questi musulmani costruendo un bagno sul sito di una moschea.

In questa provincia l'anno scorso, l'esercito cinese 29 Una moschea costruita nel XX secolo è stata demolita. Il suo nome era Moschea di Ajna e al posto di questa moschea, la Cina vi costruì un negozio di liquori e sigarette. L'uso di alcol e sigarette è proibito nell'Islam.

Allo stesso modo, si sta tentando di costruire una fabbrica di biancheria intima al posto di una moschea demolita nella città cinese di Hotan. Secondo un rapporto del Weiger Human Rights Project nello Xinjiang negli ultimi tre anni 10 a 10 Moschee Haja È stato rotto.

La Cina vuole porre fine alla vera identità dei musulmani

L'Imam Aseem Dargah nel deserto dello Xinjiang è molto sacro per i musulmani della Cina. I musulmani della Cina che non possono andare per l'Haj, vengono in questo dargah e nella moschea tre volte l'anno perché questi musulmani credono che venire qui tre volte sia come fare Haj una volta. 2017 Il Dargah che era completamente sicuro, 2019 sarebbe arrivato principalmente dal governo cinese. È stato demolito e ora sono rimaste solo poche cupole. Le foto scattate a 2017 e 2019 ne sono la prova. Ora nessuno viene qui e anche questa moschea è deserta come un deserto.

La Cina sta demolendo queste moschee perché vuole distruggere la vera identità dei musulmani che vi abitano. Ci sono circa 20 milioni 16 musulmani in Cina e uno di loro Crores 10 Lac Weigars sono musulmani. La Cina vuole rendere questi musulmani parte della loro società Han.

La maggior parte della popolazione cinese si considera della dinastia Han e la Cina vuole che questi musulmani siano anche Han, ovvero la Cina vuole creare una versione cinese dell'Islam, in cui il presidente cinese Xi invece di parlare di religione. Jinping e il suo Partito Comunista prenderanno le idee e per questo la Cina sta commettendo genocidi di massa e atrocità nello Xinjiang. Finora 15 in Cina, centinaia di migliaia di musulmani Weigar sono stati incarcerati Ha 10 centinaia di migliaia di musulmani Più di uno è tenuto nei campi di concentramento. La Cina li chiama Re Education Camps. Ma la verità è che in questi campi vengono commessi molti tipi di atrocità contro i musulmani. Sarebbero stati maltrattati fisicamente e persino i loro organi sarebbero stati contrabbandati uccidendo i musulmani.

Nessuno ha ancora alzato apertamente il dito contro la Cina

Non solo, se le donne musulmane vengono violentate in Cina, allora gli uomini sono costretti a subire la sterilizzazione ei bambini vengono separati dai genitori. I musulmani che vivono in Cina non possono farci molto. Ma le persone e i paesi che non sono in Cina possono alzare la voce contro di essa. Ma nessuno lo fa. In particolare i paesi che si considerano leader dell'Islam tacciono assolutamente su questo argomento.

Ad esempio, l'Arabia Saudita si considera il leader dei paesi islamici. Ma non ha mai detto nulla sulle atrocità sui musulmani in Cina.

La Turchia, che vuole prendere il posto dell'Arabia Saudita nel mondo islamico, invece di dare voce ai diritti di questi musulmani, restituisce i musulmani fuggiti dalla Cina in Cina.

Il Pakistan si comporta come se non sapesse cosa sta succedendo ai musulmani in Cina?

La Malesia, che parla in Pakistan sul Kashmir, afferma di non criticare la Cina perché la Cina non risponde alle critiche.

Allo stesso modo l'Iran invece di cercare risposte dalla Cina afferma che la Cina sta servendo l'Islam sopprimendo la voce di questi musulmani.

e il resto del mondo si trova nella stessa situazione. Finora nessuno ha alzato apertamente il dito contro la Cina. Nel complesso, la Cina ha costruito un bagno pubblico nel sito di una moschea e il mondo è stato bendato.

Se l'Arabia Saudita viene omessa, paesi come Iran, Malesia, Pakistan e Turchia rimuovono l'articolo 370 dal Kashmir. Hanno criticato l'India sulla questione dell'andare e hanno detto in modi diversi che l'India sta perseguitando i musulmani in Kashmir. La popolazione totale della valle del Kashmir è di circa 55 lakh tra loro 97 Le percentuali sono musulmane, ovvero questi paesi islamici del Kashmir 52 I musulmani lakh sono preoccupati. Ma queste persone non parlano dei 2,5 milioni di musulmani cinesi che non hanno nemmeno la libertà di respirare liberamente nel proprio paese.

Popolazione percentuale del mondo 24 all'Islam E il numero di queste persone è 180 crore, la maggior parte di loro

vivono in paesi in cui l'Islam è la religione più grande.

Mentre il numero di credenti del cristianesimo 97 è a milioni, l'Islam è la seconda religione più grande dopo il cristianesimo. è. Eppure il mondo 180 crore di musulmani e 2006 I paesi non parlano mai della Cina. C'è una grande ragione dietro questo, che dovresti anche sapere. La prima ragione è che la maggior parte dei paesi islamici ha paura della Cina e la seconda ragione è che la Cina ha acquistato molti di questi paesi e li ha tenuti in tasca.

Una grande ragione per il silenzio

La Cina ha investito 4 lakh 47 in Pakistan. 2017 Cina con la capitale dell'Arabia Saudita Riyadh 5 lakh 20 aveva firmato un accordo del valore di migliaia di milioni. Allo stesso modo, la Cina 20 investirà milioni di milioni in Iran. La percentuale di IDE della Malesia 29 del totale degli IDE proviene dalla Cina. Non solo questo, la Cina è stata anche avanti per salvare l'economia del naufragio della Turchia.

La Cina è il numero uno in termini di importazione di petrolio dai paesi del Golfo e questo è anche uno dei motivi principali del silenzio di questi paesi contro la Cina.

Tra i paesi del mondo che hanno accettato di far parte del progetto cinese One Belt One Road 30 sono paesi islamici.

Ma nessuno ha il diritto di sopprimere le storie di queste atrocità della Cina o di tacere contro di esse.

90 Percentuale di popolazione di origine turca

Gran parte della provincia dello Xinjiang è considerata dai musulmani del Turkistan orientale e vi è rimasta fino all'anno 1949. La percentuale della popolazione era di origine turca e il numero di persone della dinastia Han era inferiore al 4%. Ma 70 dopo anni di genocidio, ora la popolazione qui è imparentata solo con la Turchia 55 La percentuale è stata ridotta e il numero di cinesi Han è aumentato 45 La percentuale è terminata.

La Cina non ha preso di mira solo i musulmani Weigar nello Xinjiang. Piuttosto vicino alle origini kazaka, kirghisa e turca 24, centinaia di migliaia di musulmani sono stati ospitati nei campi di concentramento huh.

1949 L'attacco terroristico che ha avuto luogo è stata la rabbia dietro l'insulto all'Islam, cioè l'incidente terroristico dopo una vignetta è il risultato della rabbia dei musulmani. Ma non si arrabbiano per le atrocità sui musulmani in un paese.

La Cina ha schiacciato la maggior parte delle voci di protesta

In che modo la Cina perseguita i musulmani del suo paese. Dovresti ascoltare la sua storia da un musulmano Weigar in Cina. Questo ti farà capire l'intera cosa. I musulmani della provincia cinese dello Xinjiang hanno ripetutamente affermato di essere un paese indipendente. Ma la Cina li ha catturati. Anche il popolo del Turkistan orientale sta lottando da molto tempo. Ma la Cina ha soffocato la maggior parte delle voci di protesta negli ultimi anni. Proprio come la Cina ha soppresso la voce della democrazia a Hong Kong, ha soppresso il Tibet e vi ha stabilito il suo governo, ha ucciso coloro che seguono la religione del Falun Gong e ha cercato di invadere molti paesi dell'Asia meridionale.

Ma lasciamo i musulmani nel mondo, la maggior parte dei musulmani nel nostro paese non si oppone alle atrocità della Cina. Molte persone nel nostro paese iniziano a protestare quando viene approvata una nuova legge sulla cittadinanza. Shaheen Bagh di Delhi, la capitale del Paese, viene catturata. Prendi in ostaggio le città. Dopo un commento fatto su Facebook sul Profeta Maometto, brucia una città come Bengaluru. Hanno dato fuoco alle stazioni di polizia. A Delhi, gli autobus del governo vengono incendiati e nel loro paese iniziano a gridare slogan per la libertà. Ma nessuno di loro parla dell'indipendenza dei musulmani cinesi e il motivo è che in molti casi la Cina è l'antenato ideologico di queste persone e queste persone non possono osare di andare contro la Cina. Ma sì, puoi sicuramente gettare il tuo paese nel fuoco delle rivolte.

Le Nazioni Unite non hanno nemmeno criticato la Cina

Anno 2017 – 2018 quando i musulmani Rohingya furono evacuati dal Myanmar e perseguitati contro di loro Quindi è stato criticato in tutto il mondo. Le principali istituzioni di tutto il mondo lo considerano un genocidio dei musulmani Rohingya e le Nazioni Unite hanno anche affermato che il Myanmar sta spazzando via i musulmani nel loro paese. Ma le Nazioni Unite non hanno nemmeno criticato la Cina per averlo definito un genocidio in tema di atrocità sui musulmani in Cina.

Anche in India, quando la questione dei rifugiati Rohingya era scottante e anche la Corte Suprema decise di rimandare alcuni musulmani Rohingya in Myanmar, anche una parte del nostro Paese si è attivata e questa classe aveva Sotto le spoglie dei diritti, anche la Corte Suprema aveva iniziato a criticare. Ma questa banda non dice mai nulla sulla condizione dei musulmani in Cina.

Questo è quando le relazioni commerciali storiche dell'India con i musulmani Weigar della Cina. Migliaia di anni fa, c'erano scambi commerciali tra questi musulmani dell'India e dello Xinjiang attraverso la Via della Seta.

Quando l'ex presidente iracheno Saddam Hussein è stato impiccato 2006, i musulmani e il Partito comunista del Kerala sono scesi in piazza Era contrario a E molte zone del Kerala sono state chiuse per poche ore. Ma i partiti di sinistra del Kerala non dicono nulla sulle atrocità sui musulmani in Cina.

Non solo, un villaggio nel distretto di Malappuram del Kerala è stato ribattezzato in onore di Saddam Hussein perché la gente qui considerava Saddam Hussein come il loro ideale. 70 La percentuale della popolazione di questo distretto crede nell'Islam. Questi sono tra i pochi distretti in India in cui la maggioranza della popolazione è musulmana. Ma anche in questo distretto nessuno ha mai alzato la voce contro la Cina.

Il mantenimento dell'indipendenza è in corso da prima

Ma questa tendenza è andata avanti da prima dell'indipendenza. Movimento Khilafat in India durante 1919 a 1924 È stato eseguito. Questo movimento è stato condotto dai musulmani del paese a favore dell'Impero Ottomano e del suo Califfato perché il Califfato dell'Impero Ottomano era considerato il più grande leader dei musulmani sunniti in quel momento. Dopo la prima guerra mondiale molte restrizioni furono imposte all'Impero Ottomano dai paesi dell'Occidente e questo fu contrastato a 5000 km dalla Turchia. Anche i leader del Partito del Congresso e il Mahatma Gandhi furono coinvolti in questo movimento. Ma la cosa interessante è che questo movimento non aveva nulla a che fare con l'indipendenza dell'India. Tuttavia, i politici hanno continuato a sostenere il loro paese in nome dell'unità indù-musulmana, a 5mila chilometri di distanza.

Ma i successori dello stesso partito del Congresso non hanno mai espresso preoccupazione per la situazione dei musulmani cinesi. Queste persone fanno un patto con il Partito Comunista Cinese. Ma ha molta paura di convincere la Cina che la Cina non sta andando bene con i suoi milioni di musulmani. Ecco perché oggi vi abbiamo ascoltato le urla di due milioni e mezzo di musulmani cinesi, con i quali 90 siedono in silenzio i loro leader e i loro leader. E stanno evitando di opporsi alla Cina.

Guarda anche –

Related Articles

Close