Industria

ANALISI DEL DNA: perché la Cina si ammorbidisce improvvisamente in 24 ore, conosci “Inside Story”

Nuova Delhi: delle buffonate cinesi al confine con il Ladakh Martedì ti abbiamo spiegato in dettaglio. Vi abbiamo detto quali sono le intenzioni della Cina e perché sta affrontando improvvisamente l'India al confine? Ma chi ha il controllo e chi ha il potere, nessuno può rovinarlo. L'India ha dato una tale risposta alla Cina con la sua moderazione e il suo potere che 24 ha cambiato il suo atteggiamento nel giro di poche ore. Si può capire da tre dichiarazioni della Cina.

Martedì, il presidente cinese Xi Jinping ha detto al suo esercito di accelerare i preparativi per la guerra. Sebbene il presidente cinese abbia fatto questa dichiarazione specialmente per Taiwan e per l'America, ma questa affermazione è stata vista anche nel contesto dell'India, poiché l'esercito cinese sta dimostrando un atteggiamento aggressivo nei confronti dell'India al confine con il Ladakh.

Successivamente, la seconda dichiarazione è arrivata dal ministero degli Esteri cinese. Ha detto che la situazione al confine con l'India è stabile e sotto controllo, entrambi i paesi hanno i mezzi per negoziare e risolvere i problemi.

La terza dichiarazione è arrivata dall'ambasciatore cinese in India. Ha affermato che entrambi i paesi stanno combattendo il virus Corona e che attualmente è necessario rafforzare le relazioni. L'ambasciatore cinese ha affermato che i due paesi non sono una minaccia reciproca, ma un'opportunità. Le differenze non dovrebbero dominare le relazioni e le differenze dovrebbero essere risolte mediante negoziazione.

Da queste affermazioni si dovrebbe capire che la Cina ora vuole venire al tavolo dei negoziati. Inizialmente voleva minacciare l'India aumentando il numero delle sue truppe in Ladakh e impedendo all'India di costruire strade, ma a causa dell'atteggiamento rigoroso dell'India, la Cina ha capito che i suoi prodotti artigianali non saranno in grado di correre di fronte all'India.

Perché l'India ha chiaramente affermato che l'India non smetterà di costruire una strada nel suo territorio al confine. L'infrastruttura funzionerà alla stessa velocità con cui ha funzionato negli ultimi anni.

Se la Cina aumentasse il numero di soldati al confine, l'India avrebbe aumentato il suo numero di soldati pari a quello. Cioè, l'India ha rifiutato di subire qualsiasi pressione di fronte all'atteggiamento aggressivo della Cina.

L'India sta rispondendo alla Cina esattamente come due anni fa a Doklam. L'India non sta prendendo alla leggera le buffonate cinesi, né sta lavorando a nessuna provocazione.

Vedi DNA-

Martedì il Primo Ministro Narendra Modi ha tenuto una riunione sulla situazione in Ladakh. In questo, l'Esercito ha riferito al Primo Ministro un rapporto sulle condizioni attuali e sulla preparazione e suggerimenti in merito alle opzioni in caso di aumento della tensione. Cioè, se lo stress aumenta, allora cosa si può fare? Oggi è iniziata anche una conferenza di tre giorni dei comandanti di alti ufficiali dell'esercito, in cui si discute la situazione attuale con i comandanti dell'esercito del capo dell'esercito.

Questa è una questione legata alla preparazione dell'esercito, ma ancora una volta lo stesso gruppo strategico del Primo Ministro è entrato in azione sul caso del Ladakh, che ha svolto il ruolo principale nella risoluzione della disputa Doklam. In esso sono nominati il ​​consigliere per la sicurezza nazionale Ajit Doval, il capo dello stato maggiore della difesa Bipin Rawat e il ministro degli Esteri S Jaishankar. La stessa squadra 2017 aveva la strategia dell'India sulla controversia Doklam, che era la controversia 73 Il giorno è durato. Il generale Bipin Rawat era allora capo dell'esercito e S. Jaishankar era allora segretario degli affari esteri dell'India.

Ci sono state dispute di confine con la Cina prima, ci sono state lotte e scaramucce tra i soldati, ma i colloqui erano soliti porre fine alla questione. Questa volta è successo che migliaia di soldati cinesi si sono seduti in diversi luoghi vicino alla linea di controllo effettivo in Ladakh costruendo bunker e montando tende. Ma l'India non ha fatto il broncio a questa provocazione, con calma e ha risposto con moderazione e potere. Secondo le informazioni, anche l'India 10 dalla sua 1962 A migliaia di soldati è stato chiesto di andare avanti ed essere pronti.

L'esercito indiano ha dato un chiaro messaggio che non consentirà alla Cina di cambiare la situazione al confine. Nei cinque luoghi in cui si è infiltrata la Cina, ogni azione delle loro attività viene monitorata.

L'India ha chiaramente affermato che i suoi soldati non si ritireranno dalle loro posizioni in avanti. L'India ha anche deciso che, se necessario, metterà più risorse al confine. Il ministro della Difesa Rajnath Singh e l'NSA Ajit Doval osservano costantemente la situazione dei confini.

La Cina si è intrecciata con l'India al confine con il Ladakh, pensando che avrebbe inclinato l'India, minacciata e forzata ad ascoltare, ma l'India ha anche inviato messaggi diretti alla Cina , Che non è l'India 1962, è la Nuova India. In ogni caso, l'India proteggerà i suoi interessi e la Cina risponderà allo stesso modo della risposta data in Doklam.

Nella valle di Galvan, la Cina ha dispiegato le sue truppe sul posto, che si trova a tre chilometri all'interno dell'attuale confine controllato dall'India. Allo stesso modo, ha aumentato la forza militare vicino al lago Pangang, che è molto importante strategicamente. Attualmente solo un terzo di questo lago è occupato dall'India.

La Cina lo sta facendo perché sta affrontando molti problemi con l'infrastruttura in rapido sviluppo dell'India sulla linea di controllo effettivo. Sente che la sua posizione strategica si sta indebolendo. La Cina non è in grado di tollerare la (chilometro che l'India ha costruito lo scorso anno in Ladakh. C'è anche un modo per raggiungere la collisione esistente valle Galvan attraverso questa strada.

Se l'India sa mostrare rigore al confine, spetta anche all'India esercitare moderazione sul tavolo dei negoziati. Ecco perché la Cina è diventata debole su questo tema nelle ultime ore 24. Comprendi questo cambiamento nel modo di pensare della Cina dai cinque problemi della Cina, i problemi che la Cina sta affrontando in questo momento.

Il primo problema è l'epidemia del virus corona con cui la Cina sta ancora lottando. Il secondo problema è la pressione delle indagini internazionali contro la Cina sul virus Corona. Il terzo problema della Cina è la disputa con l'America. Gli Stati Uniti hanno ora chiarito che, a meno che la Cina non si comporti in modo responsabile con il virus Corona, non c'è spazio per migliorare le relazioni con la Cina.

Il quarto problema della Cina è HONG KONG. Dove le proteste sono ricominciate. Queste proteste si svolgono in segno di protesta contro la legge proposta dalla Cina attraverso la quale la Cina vuole schiacciare l'indipendenza di HONG KONG.

Il quinto problema della Cina è il crescente sostegno a Taiwan in tutto il mondo. La Cina considera Taiwan come parte e ha minacciato l'azione militare contro di essa, ma ora il mondo intero sta lentamente supportando Taiwan e questo è un enorme fallimento diplomatico per la Cina.

Oggi abbiamo parlato con alcuni esperti di questo cambiamento nel comportamento della Cina. Sulla base della conversazione con lui, sono emerse tre conclusioni. In primo luogo, l'atteggiamento della Cina è cambiato e la diplomazia del canale posteriore sta funzionando.

In secondo luogo, la Cina vuole evitare serie domande sotto le sembianze di belle parole. Ad esempio, la Cina sta ora parlando di pace e armonia con l'India, ma non sta dicendo quale scopo abbia preso in Ladakh.

E la terza e più importante cosa è che la disputa in Ladakh si fermerà solo quando la Cina ritirerà le sue forze. Perché il mondo intero sa che la colpa non è solo dell'India ma della Cina e ha adottato questo atteggiamento aggressivo senza provocare.

Per mettere l'India sotto pressione, la Cina ha fatto un nuovo trucco in Ladakh, ma la Cina è bloccata nel suo stesso gioco. Nel frattempo, una grande dichiarazione è arrivata dall'America, che ha sorpreso tutti. Questa dichiarazione è del presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Donald Trump ha twittato oggi e ha offerto la mediazione per risolvere la disputa sul confine tra India e Cina. Questa è la prima volta che gli Stati Uniti propongono di intervenire in questo modo tra India e Cina.

Sebbene Donald Trump abbia già parlato in modo simile nel caso dell'India e del Pakistan, ma il caso dell'India e della Cina è diverso. E quando il Presidente degli Stati Uniti propone di negoziare o mediare tra questi due grandi paesi, allora sorge la domanda che quale sarà la reazione della Cina, perché la Cina è diventata il nemico numero uno dell'America a causa del virus Corona. A proposito, l'America ha già assistito alla disputa sul confine tra India e Cina. Qualche giorno fa, un alto diplomatico americano ha affermato che il tipo di azioni che la Cina sta compiendo al confine indiano mostra il suo atteggiamento aggressivo.

Non è solo una coincidenza che se l'atteggiamento della Cina si attenua, anche il Nepal sembra ritirarsi dal confronto con l'India. La nuova mappa su cui il Nepal era pronto a combattere l'India non poteva essere discussa al Parlamento del Nepal. Martedì una proposta di riforma costituzionale sarebbe stata presentata al Parlamento nepalese, ma tale proposta non è stata presentata. Questo è il motivo per cui la politica interna del Nepal viene raccontata, ma si ritiene che dopo la dura posizione dell'India, il Nepal sia tornato indietro. In realtà, il Nepal ha pubblicato la sua nuova mappa e ha mostrato molte parti dell'India al Nepal. Tutti i luoghi che il Nepal ha mostrato nella mappa del loro paese sono sempre stati occupati dall'India e il Nepal non ha mai contestato, ma si ritiene che, per volere della Cina, il Nepal abbia aderito all'India Ha sollevato nuove polemiche. Ma l'India aveva chiaramente detto al Nepal che non avrebbe mai accettato richieste così espansive.

L'attuale controversia di confine con la Cina, l'India ereditata dopo l'indipendenza. In molte aree tra India e Cina, la linea di controllo effettivo significa che la linea di controllo effettivo non è chiara e diventa la causa di stress ripetuti. Esiste una linea di controllo effettivo 3500 più di un chilometro tra India e Cina. La Cina non vuole deliberatamente risolvere la disputa sul confine e continua a usarla di tanto in tanto per fare pressione sull'India.

Dopo la nuova controversia in Ladakh e le buffonate della Cina, la gente ha iniziato a parlare di Aksai Chin. Questa è una regione che fa parte dell'India, ma è sotto l'occupazione illegale da parte della Cina. Vi raccontiamo la sua storia. 1865 Come funzionario pubblico durante il dominio britannico, WH Johnson della Gran Bretagna tracciò una linea ideologica, secondo la quale l'area di Aksai Chin sarebbe arrivata nel Jammu e nel Kashmir. è. Questa si chiama “Johnson Line”. L'India sostiene Aksai Chin su questa base storica.

Ma la Cina non ha mai preso in considerazione questa linea e 1951 ha iniziato a ingannare per catturare Aksai Chin. La Cina ha prima collegato il Tibet alla provincia cinese dello Xinjiang attraverso una strada 1951 e poi ha mostrato l'intenzione di catturare Aksai Chin costruendo strade nelle stesse aree. provato. L'India non ha prestato attenzione a questo fino ad allora. Dopo questa guerra 1962, Aksai Chin dell'India andò in Cina.

1962 Il Primo Ministro dell'India al tempo della guerra era Jawaharlal Nehru. Il Congresso è sempre stato messo in dubbio che nel primo 1948, un terzo del Jammu e del Kashmir fu perso in Pakistan. Quindi 1962 perse Aksai Chin in Cina durante la guerra. Si tratta di 38 un'area di migliaia di chilometri quadrati, che è sotto l'occupazione illegale della Cina.

Related Articles

Close