Industria

ANALISI DEL DNA: la Cina si arrende di fronte all'India, perché i soldati cinesi dovrebbero ritirarsi?

Nuova Delhi: La banda e le prove fatiscenti del paese Oggi è una brutta notizia per la banda, le truppe cinesi si sono ritirate a circa due chilometri e mezzo da quattro scontri sulla linea di controllo effettivo in Ladakh. E forse stasera sentendo questa notizia, i membri della banda e i membri della banda di prova non saranno in grado di dormire.

La diplomazia è come una partita a scacchi in cui devi prima indovinare le mosse del nemico. E se ci riesci, spesso il nemico deve ritirare il suo trucco. Nella guerra diplomatica e psicologica in corso con l'India, qualcosa di simile è accaduto oggi con la Cina e anche se può essere una cattiva notizia per la banda, è un'ottima notizia per il paese.

Due cose sono chiare da questo. Il primo è che il dialogo tra i due paesi a livello di comandante del Corpo ha avuto molto successo. E in secondo luogo, la Cina ha ora capito che davanti all'India dovrà imparare a rimanere all'interno dei suoi confini.

Questa è la stessa Cina, che ha esibito la sua potenza militare negli ultimi giorni e ha diffuso video dei suoi preparativi militari in tutto il mondo. Vi abbiamo mostrato molte di queste immagini e raccontato come la Cina stia cercando di fare pressione sull'India con tali video di propaganda. Ma nonostante ciò, se i soldati cinesi si stanno ritirando in Ladakh, allora puoi capire sia la vacuità dell'esercito cinese che la forza dell'India. Puoi anche chiamarlo una resa della Cina in un certo senso.

L'incidente odierno sul confine con il Ladakh è una vittoria della moderazione, della determinazione e della resistenza dell'India. Perché l'India ha trasmesso un messaggio diretto alla Cina che l'India non può scendere a compromessi sulla questione del confine. Questa è anche un'indicazione della crescente statura dell'India nel mondo perché la maggior parte dei paesi del mondo non può pensare che un paese espansivo e aggressivo come la Cina possa essere inclinato in questo modo, ma l'India ha fatto così, e il suo più grande Il motivo è che ora l'India ha capito bene la guerra psicologica cinese.

Dove i soldati cinesi sono andati dal confine, ti spieghiamo attraverso una mappa. Ci sono quattro scontri con la Cina al confine, tre posti nella valle di Galvan e un posto nel lago Pengong, i soldati dell'India e della Cina erano faccia a faccia.

Ma ora i soldati di entrambi i paesi si sono lasciati alle spalle i luoghi del conflitto. In tre punti della valle di Galvan, i soldati cinesi sono tornati indietro di quasi due chilometri e mezzo con il loro equipaggiamento militare. Nell'ultimo mese, i soldati cinesi avevano preceduto il LAC in questo luogo e avevano catturato le colline circostanti.

I soldati cinesi erano arrivati ​​fino al dito 4 del lago Pangang nel Ladakh, dove avevano avuto uno scontro con soldati indiani. L'India sostiene fino al dito 8, dove i soldati indiani pattugliavano. Fino ad ora i soldati dell'India e della Cina erano faccia a faccia vicino al Finger 4 del Lago Pengong. Ora i soldati cinesi si sono ritirati a pochi chilometri da qui. Per come è stato visto l'atteggiamento feroce della Cina, nessuno si aspettava che i soldati dei due paesi si sarebbero ritirati dalla situazione dello scontro così presto, ma è accaduto e mostra la forza dell'India.

La pressione sulla Cina è una verità e, a coercizione di questa verità, ha deciso di ritirarsi dalla sua posizione in Ladakh. Questa cosa, che mette la Cina sotto pressione, rafforza la fiducia nel governo e nell'esercito. Ma abbiamo alcune persone qui, che sono impegnate a indebolire il morale del paese di fronte alla Cina nel corso della loro carriera politica.

Vedi DNA –

Il nome più importante tra queste persone è il leader del Congresso Rahul Gandhi. Coloro che hanno fatto politica per diversi giorni sulla questione della Cina. Stanno prendendo in giro il governo in questa delicata questione. E si stanno chiedendo se la Cina abbia occupato il territorio indiano in Ladakh o no? Ma oggi vogliamo chiedere a Rahul Gandhi che se il suo bisnonno Jawaharlal Nehru fosse stato oggi il Primo Ministro, avrebbe posto domande simili? Rahul Gandhi ha mai pensato a quanta terra ha perso l'India come Primo Ministro di Pandit Jawaharlal Nehru? Essendo il leader dell'opposizione, Rahul Gandhi può porre al governo queste domande, ma dovrebbe anche rispondere a come i membri della sua famiglia hanno gradualmente lasciato che la Cina prendesse il controllo di molte aree dell'India. Pertanto oggi vogliamo correggere le informazioni di Rahul Gandhi anche su questo argomento.

Rahul Gandhi potrebbe non sapere che dopo la guerra 1962 in India Aksai Chin e Ladakh 693523 La Cina è stata occupata da migliaia di chilometri quadrati di terra. In questo, la Cina prese 38 migliaia di chilometri quadrati di terra 1962 in guerra Lo era, e circa 5000 chilometri quadrati di terra gli furono consegnati dal Pakistan con un accordo. Questo 43 migliaia di chilometri quadrati di terra equivalgono a un paese come Danimarca, Paesi Bassi, Svizzera. In precedenza, come Primo Ministro di Jawaharlal Nehru, il Pakistan aveva portato via la terra del Kashmir 85 più di mille chilometri quadrati. Comprende il territorio del Kashmir occupato in Pakistan e Gilgit Baltistan. Cioè, più di un lakh 28 migliaia di chilometri quadrati di terra sono andati in Cina e Pakistan mentre Pandit Nehru era il Primo Ministro. Andato. È quasi uguale alla dimensione del Bangladesh e ci sono paesi 90 più piccoli di questo. Ma qualcuno può dire perché Rahul Gandhi non ne abbia mai parlato? O perché non fare domande?

Sarai sorpreso di sapere che Hong Kong per cui tutto il mondo sta combattendo, le sue dimensioni sono anche solo di mille 50 è chilometri quadrati. Ma anche la Cina non vuole lasciare andare una zona così piccola a mano, mentre l'India ha perso gran parte della propria terra nei paesi nemici a causa dell'errore di alcune persone.

La disputa sul confine con la Cina oggi è in gran parte dovuta al primo primo ministro indiano Jawaharlal Nehru. Poiché non ha riconosciuto la Cina in tempo, ha continuato a riconciliarsi con la Cina, lodandolo, dando lo slogan del fratello hindi-cinese e durante quel periodo era ubriaco di amicizia con la Cina. Prima occupò il Tibet e quando quell'occupazione fu completata, la Cina progettò anche di occupare l'area di Aksai Chin.

L'errore di Jawaharlal Nehru era che non aveva dato alcuna importanza agli avvertimenti dati dall'esercito e continuava a ignorare il consiglio dell'esercito. Né ha permesso all'esercito di prepararsi alla guerra, né ha permesso la costruzione di strade di confine con la Cina. Durante questo periodo, la Cina ha continuato a rafforzare le sue infrastrutture militari vicino al confine con l'India.

Nell'anno 1952, il Comitato Kulwant Singh aveva avvertito l'allora governo indiano del pericolo della Cina e consigliato di prepararsi, ma Non è stato implementato.

Al contrario, Jawaharlal Nehru era impegnato a concludere un patto Panchsheel con la Cina, riconoscendo l'occupazione cinese del Tibet attraverso un tale accordo e supponendo che la Cina non cospirasse mai contro l'India. Andrà bene.

Ma durante questo periodo la Cina stava pianificando di occupare i territori dell'India di un pollice.

Dopo l'anno 1955 mentre la Cina avanzava sul piano di occupazione di Aksai Chin, e faceva strada passando per Aksai Chin. Anche allora, non ebbe alcun effetto sull'allora leadership politica dell'India.

A quel tempo, i leader cinesi erano in visita in India e l'India si stava rendendo conto che la Cina non avrebbe fatto nulla che potesse influenzare le sue relazioni con l'India.

Quando l'India capì il vero scopo della Cina, era troppo tardi, l'India aumentò la sua forza al confine e le truppe furono inviate nel territorio rivendicato della Cina, ma iniziarono tardi. Anche questi preparativi erano per metà incompleti e l'esercito non era pronto ad affrontare l'attacco della Cina, quindi quando iniziò la guerra fummo presto sconfitti.

Considerato il più grande errore di Nehru, non consentire all'Aeronautica militare di partecipare alla guerra di 1962. A quel tempo, l'Aeronautica cinese era molto più debole dell'Aeronautica indiana. Se l'aviazione indiana dovesse entrare in guerra, l'esito della guerra avrebbe potuto essere diverso.

Quanto era grave il governo in quel momento, si può capire da ciò che quando le condizioni di guerra furono create dalla Cina, allora il Ministro della Difesa VK Krishna Menon andò in America per partecipare all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. andato. Durante questo periodo, anche il Primo Ministro Nehru era in tournée uno dopo l'altro. E Jawaharlal Nehru e VK Krishnan Menon, l'ufficiale militare più amato, il tenente generale BM Kaul, erano in vacanza nel Kashmir

Fino a quando la Cina non aveva completamente occupato il Tibet, la Cina era solita dire che non vi era alcuna disputa di confine tra lei e l'India, perché in seguito fu aiutata dall'India ad occupare il Tibet. Era necessario Ma non appena la Cina ha annesso completamente il Tibet, ha iniziato a mandare in onda la disputa sul confine con l'India. Per questo, la Cina ha iniziato a rilasciare nuove mappe, in queste mappe sono state mostrate molte aree dell'India in Cina. In che modo la Cina ha cambiato le sue mappe di volta in volta in base alla sua convenienza e in che modo ha rifiutato le vecchie mappe? Vogliamo spiegartelo sulla base di vecchie mappe.

Anche la mappa dell'anno 1933 è stata stampata nello stesso anno dal Dipartimento dell'Istruzione e della Letteratura cinese. Secondo questa mappa, la maggior parte dell'area di Aksai Chin faceva parte dell'India. Questa mappa mostra l'area a sud-est del fiume Shyok nel Ladakh e mostra la Cheng Chemo Valley, il lago Spangur e la parte occidentale del lago Pengag in India. Questa mappa si basava sulla Johnson Line, indicando il confine India-Cina, che è stato disegnato sulla base dell'indagine condotta durante l'anno 1865. Anche dopo l'indipendenza, il confine tra India e Cina fu determinato da questa linea Johnson, e la Cina non aveva obiezioni ad essa.

La seconda mappa è stata stampata dalla Cina nell'anno 1951. Attraverso questa nuova mappa, la Cina ha rivendicato la sua richiesta su molte aree indiane della vecchia mappa. Ad esempio, il Lago Spangur è stato completamente mostrato in Cina e gran parte del Lago Pengong è stato anche raccontato della Cina. Va notato che questo era lo stesso momento in cui la Cina è entrata nel confine dell'India e ha fatto i preparativi per costruire una strada in Aksai Chin, cioè ha cambiato la sua mappa per giustificarla. Ma la leadership politica dell'India non capì questo inganno della Cina e molti leader indiani rimasero immersi nella melodia dell'amicizia con la Cina. Anche allora le forze di sicurezza dell'India non furono mandate a pattugliare Aksai Chin, quindi l'India venne a conoscenza di questa strada dopo molti anni.

Dopo questo a novembre 1959 la Map Printing Society of China ha pubblicato un'altra mappa della Cina. Questa era una mappa dell'anno 1951, ma fu ristampata dalla Cina per essere pubblicizzata ufficialmente tra il pubblico. In questa mappa, anche le aree dell'India sono state mostrate al confine con la Cina. Questo era il momento in cui il primo ministro cinese Chou En Lai visitava l'India. Allora l'India aveva anche registrato un'obiezione a questa mappa. Ma ormai era troppo tardi e la Cina aveva ufficialmente iniziato a rivendicare i territori dell'India.

Sulla base di questa mappa, la Cina ha creato la sua Claim Line of the Year 1960 in cui non solo Aksai Chin, ma anche gran parte del lago Pangang in Ladakh e Galvan. La valle è stata anche descritta come parte della Cina. Anche in questo momento, la Cina considera la propria linea di reclamo e determina di conseguenza la linea di controllo effettivo, vale a dire LAC.

Related Articles

Close