Industria

ANALISI DEL DNA: Chi ha dato il veleno a Navinni, un critico schietto di Putin, ha ricevuto la punizione per protesta?

Nuova Delhi: Una di queste notizie è arrivata dalla Russia. Che assomigliano a storie di film. Un caso di tentato omicidio mescolando veleno nel tè di Alexei Navalny, leader dell'opposizione russa. Alexi è attualmente in coma ed è posta su un ventilatore. Durante il ritorno a Mosca dalla Siberia, la salute di Alexi iniziò a deteriorarsi nell'aereo, dopodiché si dovette eseguire l'atterraggio di emergenza dell'aereo.

Alexey Navalny è considerato un convinto oppositore del presidente Vladimir Putin in Russia. Alessio, avvocato di professione, ha tenuto più volte manifestazioni contro Putin, dopo di che è stato anche attaccato. I medici dicono che Alexi è stato nutrito con veleno nel tè, a causa del riscaldamento, il veleno si è sciolto nel tè rapidamente e facilmente, a causa del quale non lo sapeva nemmeno. Prima di salire sull'aereo, non ha mangiato o bevuto altro che tè avvelenato, motivo per cui i sostenitori lo considerano una grande cospirazione.

Alexey Navalny è andato a fare una campagna per un candidato indipendente in un'elezione locale in Siberia. Mentre beveva il tè in un bar dell'aeroporto, gli è stata scattata anche una foto. Poco dopo, la sua salute iniziò a peggiorare.

L'attacco è avvenuto anche dopo le manifestazioni anti-Putin

Anche Alexei Navalny ha subito l'urto delle proteste antigovernative in precedenza. Qualche mese fa è stato condannato a 30 giorni di carcere per aver organizzato proteste antigovernative. È stato accusato di essere stato avvelenato mentre era in prigione. Tuttavia, è stata successivamente descritta come una reazione allergica.

Nell'anno 2017 ad Alexi è stato lanciato un colore da un uomo filo-governativo, a causa del quale il suo occhio sinistro è stato gravemente danneggiato. Quell'anno Alexei accusò l'allora primo ministro russo Dmitry Medvedev di corruzione e organizzò un'enorme manifestazione anti-governativa.

Lunga storia di azioni contro oppositori antigovernativi in ​​Russia

C'è una lunga storia di azioni del genere contro gli oppositori del governo in Russia. Anche prima, il governo russo è stato accusato di aver avvelenato gli oppositori.

Nell'anno 2006 Alexander Litvin-nenko, un'ex spia russa e antagonista di Vladimir Putin, ha ricevuto sostanze radioattive mentre beveva il tè. Era emersa una questione. Alexander è stato deportato mentre era a Londra.

Nello stesso anno 2018 la Gran Bretagna ha accusato l'intelligence militare russa di aver dato Novichok russo all'ex spia russa Sergei Skripal (Sergei) Skripal) ucciso. Novichok è un'arma chimica.

Nell'anno del

2018, Pyotr Verzilov, che gestisce un sito di notizie investigative, è stato ricoverato in un ospedale di Mosca. Improvvisamente aveva smesso di vedere, di sentire. 3 giorni dopo, è stato portato in Germania dove i medici avevano indicato l'avvelenamento.

Rigore nelle dimostrazioni

In Russia, l'amministrazione è molto severa sulle manifestazioni antigovernative e, a volte, le persone protestano anche contro la severità. Proprio il mese scorso, la gente della città russa di Khabarovsk ha tenuto proteste antigovernative. La gente ha affermato che il governatore della città Sergei Furgal è stato arrestato con false accuse. In realtà, alle elezioni, Sergey Fergal ha sconfitto il candidato filo-Putin con un ampio margine. Per questo motivo era considerato anti-Putin.

Guarda anche –

Related Articles

Close