Industria

39 più grande assedio in Cina, assedio al caso delle Nazioni Unite

Nuova Delhi: La Cina sul palcoscenico più grande del mondo Ha dovuto essere rimproverato La convenzione delle Nazioni Unite contro la Cina è stata a lungo criticata dal mondo per aver schiacciato i diritti umani dei musulmani Uigar a Hong Kong, Tibet e nel loro stesso paese alle Nazioni Unite 39 I paesi hanno alzato la voce ferocemente.

Intorno al vertice delle Nazioni Unite 40 I paesi occidentali hanno attaccato ferocemente il governo del Partito Comunista sulla politica cinese delle risorse umane e sui rapporti della Cina con i gruppi minoritari. Preso a mano. In particolare, la Cina ha dovuto affrontare un tumulto per la politica sui diritti umani dello Xinjiang e del Tibet. La convenzione tenutasi martedì ha sollevato serie preoccupazioni circa l'impatto della recente contestata Legge sulla sicurezza nazionale recentemente implementata a Hong Kong.

Leggi anche- IPL 2020: This U –
Le stelle hanno fatto il loro debutto all'IPL, conoscono il viaggio finora

Domande sollevate dall'intenzione di governare

Anche gli Stati Uniti (USA), i paesi europei (UE) e il Giappone (Giappone) hanno espresso il loro dispiacere per l'agenda espansionistica della Cina e l'interferenza cinese ingiustificata nelle aree correlate dalla piattaforma delle Nazioni Unite. Tutti i paesi hanno detto all'unisono se alla Cina dovrebbe essere permesso di fare tutto questo o se tutti dovrebbero insistere per trovare un modo per fermarlo.

Ansia nel campo di detenzione nello Xinjiang

Tutti i paesi, compreso il capo dei diritti umani delle Nazioni Unite Michelle Bachelet, hanno tenuto l'assedio a Pechino presso i centri di detenzione cinesi alzando la voce contro l'oppressione dei musulmani Uygar e la persecuzione di altre comunità minoritarie insieme a Sitam.

Consiglio a Pechino di cambiare atteggiamento

In una dichiarazione congiunta rilasciata dalla riunione del Comitato per i diritti umani delle Nazioni Unite, questi paesi hanno rilasciato una dichiarazione congiunta chiedendo alla Cina di concentrarsi sulla sua politica in materia di diritti umani, di fermare l'oppressione delle comunità minoritarie e di migliorare il suo atteggiamento.

China siege on Hong Kong law

Descrivendo la controversa legge cinese sulla sicurezza implementata a Hong Kong come un'interferenza con la magistratura di Hong Kong, ha chiesto di normalizzare la situazione in modo che la promessa della Cina fatta diversi anni fa possa essere mantenuta. Dopo che la dichiarazione congiunta è stata rilasciata a Hong Kong, l'ambasciatore tedesco presso le Nazioni Unite Christophe Haugen ha affermato che c'è una grande speranza per i diritti umani a Hong Kong. Questa è anche una grande speranza per i musulmani Uygar in Cina.

Gli Stati Uniti, il Giappone e tutti i paesi europei hanno sostenuto l'invio di osservatori internazionali nello Xinjiang e hanno chiesto alla Cina di ripristinare l'indipendenza di Hong Kong, sebbene anche il Pakistan, partner per tutte le stagioni di Pechino, abbia sostenuto la Cina qui.

TV DAL VIVO

Related Articles

Close